Esplosione del vulcano Stromboli, un morto ed un ferito

Cinque le imbarcazioni piene di turisti già sbarcate nel porto di Tropea in netto anticipo sul programmato rientro dall'isola. Le prime testimonianze raccolte nello scalo vibonese

Cinque le imbarcazioni piene di turisti già sbarcate nel porto di Tropea in netto anticipo sul programmato rientro dall'isola. Le prime testimonianze raccolte nello scalo vibonese

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Un morto ed un ferito. Questo il bilancio dell’eruzione dello Stromboli che dal pomeriggio sta facendo registrare violente esplosioni e fatto rientrare cinque imbarcazioni anche nel porto di Tropea dove erano partite in mattinata con ritorno programmato per le ore 23. La persona deceduta è un escursionista di Milazzo, mentre un altro è rimasto ferito sul versante dello Stromboli in eruzione, a Punta Corvi. Elicotteri per i soccorsi si sono alzati da Salerno e Catania. 

Informazione pubblicitaria

Nella zona dove si trovavano i due escursionisti rimasti coinvolti nell’esplosione, i telefoni cellulari non hanno campo e per questo il ferito non ha potuto prontamente lanciare l’allarme. Vittima e ferito sono stati raggiunti dalle guide che adesso attendono l’arrivo dei carabinieri per gli accertamenti di rito. Il corpo dell’escursionista, che si sarebbe avventurato nella zona sommitale del vulcano in compagnia di un amico e senza l’ausilio di guide, è stato già localizzato e sono in corso le operazioni di recupero, rese complicate dall’intenso fumo e dagli incendi provocati dai lapilli. Panico soprattutto a Ginostra dove i residenti, assistiti dalla Protezione civile, stanno lasciando le case spontaneamente. Altri si sono barricati in casa per paura dei lapilli. Intanto nel porto di Tropea sono rientrate le cinque imbarcazioni partite stamattina. Tanto lo stupore e lo spavento fra i turisti da poco rientrati a Tropea, accolti dalla macchina dei soccorsi. La polizia e la guardia costiera sta provvedendo a smistare i turisti in alcuni alberghi della zona.  “Una situazione indescrivibile, abbiamo avvertito un boato fortissimo che ha rotto i vetri di diverse abitazioni. L’isola sembrava sprofondare. E’ stato subito panico, con le persone che fuggivano in direzione delle navi per mettersi in salvo. Tutti cercavano di prendere la prima barca che capitava – ci spiegano alcuni turisti sbarcati nel porto di Tropea – e solo una volta partiti da Stromboli in direzione di Tropea ci siamo sentiti sicuri. L’esplosione è stata del tutto improvvisa, un’esperienza che non auguriamo a nessuno”. SEGUONO AGGIORNAMENTI          LEGGI ANCHE: Esplosioni e colate di lava, Stromboli torna a fare paura – Foto