Aggressione al dottore Carnovale a Vibo, a giudizio i D’Andrea

I titolari del panificio del Rosario dovranno comparire in Tribunale a dicembre. Sono accusati di lesioni aggravate per avere malmenato il medico dell’Asp che stava effettuando un controllo igienico-sanitario presso l’esercizio commerciale

I titolari del panificio del Rosario dovranno comparire in Tribunale a dicembre. Sono accusati di lesioni aggravate per avere malmenato il medico dell’Asp che stava effettuando un controllo igienico-sanitario presso l’esercizio commerciale

Informazione pubblicitaria

Citazione diretta a giudizio da parte della Procura di Vibo Valentia per Pasquale Antonio D’Andrea, 35 anni, e Angelo D’Andrea, 63 anni, entrambi di Vibo, accusati di lesioni aggravate in concorso ai danni di Fortunato Carnovale, 70 anni di Piscopio, medico all’epoca in servizio presso dell’Asp di Vibo Valentia. I due – difesi dall’avvocato Santo Cortese – dovranno comparire dinanzi al Tribunale il 3 dicembre prossimo.

I fatti oggetto d’indagine risalgono al marzo 2017, quando Carnovale, insieme ad un collega, si era recato al panificio del Rosario, di proprietà dei D’Andrea, per effettuare un controllo igienico-sanitario. Dopo una discussione, Carnovale è stato aggredito e successivamente inseguito fuori dal panificio e malmenato. A seguito dell’intervento di alcuni militari della Guardia di finanza, il medico è stato condotto in ospedale riportando una lussazione della spalla e contusioni varie giudicate guaribili in 30 giorni. Per tali episodi, però, sia il gip di Vibo che il Tribunale del Riesame di Catanzaro hanno rigettato la richiesta del pm di applicazione della misura cautelare in capo ai due indagati. Ora, quindi, l’esercizio dell’azione penale da parte della Procura con la citazione diretta a giudizio.