Spaccio di eroina e cocaina a Rombiolo, in tre scarcerati

Il gip del Tribunale di Vibo convalida gli arresti ma dispone per tutti la remissione in libertà con un solo obbligo di firma. nel corso della perquisizione trovata pure una pistola

Il gip del Tribunale di Vibo convalida gli arresti ma dispone per tutti la remissione in libertà con un solo obbligo di firma. nel corso della perquisizione trovata pure una pistola

Informazione pubblicitaria

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, Giulio De Gregorio, ha convalidato gli arresti eseguiti venerdì dalla Squadra Mobile nei confronti di Nazzareno Castagna, 49 anni, di sua figlia Nicoletta, 24enne, e il genero Michele La Rosa, 28enne. Nazzareno Castagna, in accoglimento dei rilievi difensivi dell’avvocato Giuseppe Bagnato, ha quindi lasciato il carcere ed il giudice nei suoi confronti ha disposto il solo obbligo di firma, mentre sono stati rimessi in libertà (erano finiti agli arresti domiciliari) Nicoletta Castagna e Michele La Rosa. 

Venerdì personale della Squadra Mobile della Questura di Vibo Valentia in seguito ad un mirato servizio di osservazione di alcuni assuntori di sostanze stupefacenti, ha effettuato una perquisizione nell’abitazione di Nazzareno Castagna, rinvenendo all’interno della stessa, e ben in vista, 30 grammi circa di eroina, 8,4 grammi di cocaina oltre ad un bilancino di precisione e denaro contante comprovante l’illecita attività di spaccio contestata. Inoltre in un anfratto dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato una pistola revolver con matricola abrasa e delle cartucce calibro 12. Da qui l’arresto di Castagna Nazzareno nonché della figlia Nicoletta e del genero La Rosa  Michele che in quel momento si trovavano all’interno dell’abitazione. Oggi l’udienza di convalida con le richieste di misura carceraria per Nazzareno Castagna e di arresti domiciliari per Michele La Rosa e Nicoletta Castagna avanzata dal pm Luca Ciro Lotoro. L’avvocato Giuseppe Bagnato, difensore dei tre arrestati, pur non opponendosi alla convalida ha contestato il quadro indiziario per Michele La Rosa e Nicoletta Castagna chiedendo l’immediata rimessione in libertà in ragione della non sussistenza di gravi indizi di colpevolezza, mentre una misura diversa da quella custodiale è stata avanzata per Nazzareno Castagna. All’esito della camera di consiglio, il gip ha convalidato l’arresto, ma ha rimesso in libertà, per mancanza di gravità indiziaria, Michele La Rosa e Nicoletta Castagna, disponendo il solo obbligo di firma per Nazzareno Castagna, così per come chiesto dalla difesa.