Controlli negli autolavaggi del Vibonese, sequestri e sanzioni

Operazione “Car wash” dei carabinieri forestali sugli scarichi non autorizzati dei reflui industriali e il corretto smaltimento dei fanghi di depurazione

Operazione “Car wash” dei carabinieri forestali sugli scarichi non autorizzati dei reflui industriali e il corretto smaltimento dei fanghi di depurazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Controlli dei carabinieri forestali del gruppo di Vibo Valentia per la verifica della regolarità degli scarichi delle acque reflue prodotte dalle attività di autolavaggio e del corretto smaltimento dei fanghi di depurazione, nell’ambito dell’operazione denominata “Car wash”. Nello specifico, nel Vibonese sono stati effettuati venti controlli, all’esito dei quali sono stati denunciati a piede libero sei soggetti per lo scarico non autorizzato di reflui industriali non pericolosi nella pubblica fognatura o al suolo e per gestione illecita di rifiuti, in particolare fanghi prodotti dall’esercizio delle attività di autolavaggio. Sono state inoltre elevate sanzioni amministrative per l‘omessa o irregolare tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti, per un totale di circa 15.000,00 euro. Gli accertamenti hanno portato anche al sequestro preventivo di due autolavaggi. I controlli, afferenti la più ampia operazione denominata “Mare pulito“, rivolta alla tutela delle matrici ambientali, con particolare riferimento a quelle idriche ed ai relativi corpi recettori, proseguiranno nei prossimi giorni.

Informazione pubblicitaria

Rimane elevata la soglia di attenzione dei carabinieri forestali sulla tutela del territorio e dell’ambiente, anche, per le inevitabili ricadute che l’inquinamento di quest’ultimo assume per la salute pubblica. Di fondamentale importanza la collaborazione dei cittadini, che possono segnalare presunti illeciti al numero di emergenza ambientale 1515.