Narcotraffico: Cassazione annulla con rinvio per Giuseppe Costantino

In appello è stato condannato a Catania per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti

In appello è stato condannato a Catania per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La quarta sezione penale della Corte di Cassazione ha accolto il ricorso discusso dall’avvocato Giovanni Vecchio nell’interesse di Giuseppe Costantino, 53 anni, nativo di Comerconi (frazione di Nicotera) ma residente a Vibo, annullando la sentenza della Corte di Appello di Catania.

Informazione pubblicitaria

L’ipotesi accusatoria riguarda un’associazione dedita al traffico di stupefacenti operante in territorio siciliano. La Corte d’Appello di Catania aveva riformato la sentenza di primo grado, riducendo la pena a 9 anni e 8 mesi rispetto ai 15 anni inferti con il giudizio di primo grado. Giuseppe Costantino lamentava con appello rivolto alla Corte territoriale l’erronea valutazione in merito alla sua partecipazione all’associazione finalizzata al narcotraffico dove sarebbe comparso “in maniera del tutto occasionale poiché in data 11 maggio 2000 commentava con il coimputato Scorciapiano l’avvenuto arresto di Campanaro, persona del Vibonese”. La Corte d’Appello di Catania sarà, quindi, di nuovo chiamata a valutare le doglianze difensive dopo l’annullamento con rinvio disposto dalla Cassazione.