mercoledì,Gennaio 19 2022

Finanziere ucciso in un incidente di caccia a Maierato, al via il processo

La compagna ed i familiari del finanziere colpito dall’amico si sono costituiti parti civili. Si procede per omicidio colposo

Finanziere ucciso in un incidente di caccia a Maierato, al via il processo
Luca Pulsoni, vittima di un fatale incidente di caccia

Prima udienza dinanzi al Tribunale di Vibo Valentia, presieduto dal giudice Gianfranco Grillone, del processo a carico di Francesco Nacca, 36 anni, imputato per il reato di omicidio colposo ai danni di Luca Pulsoni, il sottufficiale della Guardia di finanza di Vibo originario di Camarda (L’Aquila), deceduto il 12 gennaio 2020 in seguito ad un tragico incidente di caccia avvenuto nel territorio comunale di Maierato, tra l’altopiano degli Scrisi e il lago Angitola. Il Tribunale di Vibo Valentia ha ammesso le prove richieste dalle parti (accusa e difesa) ed ha ammesso quale parte civile nel processo la fidanzata della vittima, assistita dall’avvocato Domenico Tripaldi de Foro di Valentia. I familiari della vittima si sono invece costituiti parti civili con l’avvocato Amedeo Ciuffetelli. Francesco Nacca è difeso dall’avvocato Emilio Maddaluna.

L’imputato, “per negligenza, imprudenza e imperizia”, è accusato di aver attinto con un colpo di fucile l’amico Lorenzo Pulsoni nel corso di una battuta di caccia all’imbrunire, scambiandolo per l’animale da colpire dietro un arbusto. Dall’esame autoptico, eseguito dal medico legale Katiuscia Bisogni per conto della Procura di Vibo Valentia si è accertato che la pallottola ha colpito il finanziere sotto la clavicola, perforando un polmone e l’arteria succlavia e provocando quindi un’emorragia. Prossima udienza il 13 aprile.

top