E’ morto il diciottenne di Maierato colpito da setticemia

Non ce l’ha fatta Benedetto Bilotta, il ragazzo colpito quest’estate da setticemia da meningococco. Lo ha ucciso lo stesso batterio che ha colpito in una forma meno grave una cinquantenne di San Calogero, ora ricoverata allo Jazzolino.

Non ce l’ha fatta Benedetto Bilotta, il ragazzo colpito quest’estate da setticemia da meningococco. Lo ha ucciso lo stesso batterio che ha colpito in una forma meno grave una cinquantenne di San Calogero, ora ricoverata allo Jazzolino.

Informazione pubblicitaria

È morto questa notte intorno alle 4 in un ospedale di Firenze, Benedetto Bilotta, il diciottenne di Maierato, colpito quest’estate da setticemia da meningococco. Il giovane si trovava nella struttura toscana dopo una degenza allo Jazzolino di Vibo Valentia.

Informazione pubblicitaria

Le condizioni del ragazzo erano apparse subito molto gravi. Un arresto cardiaco a settembre, aveva ulteriormente aggravato il suo quadro clinico. Un’odissea iniziata l’8 luglio scorso, quando, dopo una giornata trascorsa al mare, Benedetto aveva accusato un malore.

Presentatosi in Pronto soccorso la notte dell’8 luglio con febbre alta e forti dolori, le successive analisi del sangue avevano dato la terribile diagnosi: setticemia da meningococco. Ricoverato nel reparto di malattie infettive, l’aggravarsi delle sue condizioni ne aveva imposto un primo trasferimento in rianimazione e un successivo trasferimento nella struttura fiorentina.

Al momento si trova presso la camera mortuaria dell’ospedale civile di Firenze. Giungerà a Maierato nella mattina di martedì. I funerali si terranno nel pomeriggio dello stesso giorno nella chiesa del Monastero.

La notizia della morte del giovane arriva nei giorni in cui nel Vibonese su registra un caso analogo, con una donna colpita dallo stesso batterio. Si tratta di una cinquantenne di San Calogero, che si trova ricoverata in queste ore nel reparto di Rianimazione dell’ospedale civile di Vibo.

Incubo meningite a San Calogero