mercoledì,Giugno 16 2021

Bivona nell’abbandono, la rabbia dei residenti in uno sfogo al sindaco

Le foto testimoniano il tutto: sporcizia, sterpaglie e i classici rifiuti ingombranti agli angoli delle strade. I residenti si sono uniti e hanno scritto al sindaco Elio Costa, a tutti gli assessori e i consiglieri, alla Municipale e ai responsabili del settore Ambiente, chiedendo un intervento immediato.

Bivona nell’abbandono, la rabbia dei residenti in uno sfogo al sindaco

Uno sfogo protocollato, una richiesta formale di intervento. L’esasperazione degli abitanti di Bivona questa volta è stata messa nero su bianco e inviata al sindaco Elio Costa e posta all’attenzione dell’ufficio Ambiente, del Comando dei Vigili Urbani, degli assessori e dei consiglieri comunali tutti.

Le foto allegate al documento sono piuttosto chiare, ed evidenziano ancora una volta le abitudini di certi soggetti che ancora oggi, con tanto di numero verde e ritiro a domicilio gratuito, preferiscono lasciare salotti interi, frigoriferi ed elettrodomestici di vario genere ai bordi delle strade. Per non parlare di chi è di passaggio, e decide di lasciare un ricordo decisamente ingombrante, che puzza di inciviltà ancor peggio che del percolato.

E così una trentina di residenti hanno deciso di scrivere, perché, anche a sentirli dalla loro viva voce, non ce la fanno più. Oggetto della missiva? “Richiesta di intervento “URGENTE” (si, tutto maiuscolo) per il territorio di Bivona”. Chiara e semplice.

“La presente per informare l’amministrazione comunale che tutto il territorio di Bivona versa in uno stato di abbandono, in quanto tra sterpaglie, rovi e rifiuti, le strade sono diventate una discarica a cielo aperto. Basta vedere le foto allegate”, hanno scritto. Chiedono, quindi, “un intervento immediato del Comune per una pulizia costante del territorio, visto che l’estate è prossima e i turisti che probabilmente ritorneranno troveranno una situazione ben peggiore rispetto a quella della scorsa stagione”. In ultima battuta sperano che la loro istanza venga ascoltata: “Attendiamo fiduciosi il vostro intervento”.

Poche righe che celano un malcontento diffuso anche nel resto delle Marinate.

Articoli correlati

top