venerdì,Maggio 24 2024

Tangenziale Est di Vibo, la Cassazione conferma la Corte dei Conti e la condanna per un dipendente della Provincia

L'opera è stata ritenuta dai giudici contabili inutilizzabile, inadeguata e fallimentare individuando precise responsabilità erariali

Tangenziale Est di Vibo, la Cassazione conferma la Corte dei Conti e la condanna per un dipendente della Provincia
La Tangenziale Est di Vibo

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della seconda sezione centrale della Corte d’Appello della Corte dei Conti dichiarando inammissibile il ricorso proposto da Leoluca Greco, dipendente della Provincia di Vibo ed assistente di cantiere per la Tangenziale Est, nonché direttore dei lavori per la messa in sicurezza della collina sovrastante la strada e soggetto che ha certificato l’ultimazione delle opere. In particolare, Leoluca Greco è stato condannato al pagamento di 315.000,00 euro in favore della Provincia di Vibo Valentia, oltre rivalutazione monetaria e interessi legali, per il danno derivante dalla sua attività di progettista e direttore dei lavori di “messa in sicurezza della Tangenziale est di Vibo Valentia” e il “posizionamento della segnaletica orizzontale e verticale lungo gli svincoli di Sant’Onofrio e Stefanaconi”. [Continua in basso]

Per la Cassazione “eventuali errori del giudice amministrativo o contabile
nell’applicazione delle norme dell’Ue non sono scrutinabili dalle Sezioni Unite della Cassazione, non attenendo a motivi di giurisdizione” ed avendo posto il ricorrente “questioni di merito che sono del tutto estranee all’ambito del ricorso”.
Da ricordare che i giudici contabili centrali avevano confermato in pieno il verdetto di primo grado della sezione regionale della Corte dei Conti della Calabria condannando quindi per danno erariale Francesco Giuseppe Teti – dipendente della Provincia di Vibo, tecnico incaricato della realizzazione dei progetti della Tangenziale e responsabile del procedimento (deceduto lo scorso anno) – e Leoluca Greco, dipendente della Provincia ed assistente di cantiere, nonché direttore dei lavori per la messa in sicurezza della collina sovrastante la strada e soggetto che ha certificato l’ultimazione delle opere.

LEGGI ANCHE: Tangenziale Est, la Provincia di Vibo porta in Tribunale la ditta appaltatrice e chiede i danni

top