Denunciato per stalking, il gip dispone il divieto di avvicinamento

Il provvedimento emesso a carico di un 34enne responsabile di atti persecutori e minacce di morte via sms nei confronti della ex convivente 24enne.

Il provvedimento emesso a carico di un 34enne responsabile di atti persecutori e minacce di morte via sms nei confronti della ex convivente 24enne.

Informazione pubblicitaria

Perseguitava da tempo la ex convivente rendendole la vita impossibile. Per tale motivo, i carabinieri hanno eseguito un provvedimento di divieto di avvicinamento nei confronti di un cittadino bulgaro, N. V. N., 34 anni, domiciliato ad Acconia di Curinga, paese in provincia di Catanzaro al confine con la provincia di Vibo. 

La donna, una 24enne di nazionalità bulgara residente a Pizzo Calabro, stanca delle violenze subite dall’ex convivente ha deciso di denunciare tutto agli uomini della locale Stazione diretti dal maresciallo Paolo Fiorello a cui ha esibito sms contenenti minacce di morte nonché certificazione medica dalla quale si evincevano le violenze subite nel tempo.

Le denunce hanno fatto il loro corso ed oggi all’uomo è stato notificato il provvedimento a firma del gip del Tribunale di Vibo Valentia che ha disposto nei confronti dell’uomo il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dall’ex convivente e dai prossimi congiunti della donna. (Agi)