mercoledì,Settembre 28 2022

Tentata estorsione a Mileto: ai servizi sociali 49enne di San Giovanni

Decisione del Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro che ha concesso l’affidamento in prova. Nel 2007 arrestato per aver favorito la latitanza del boss Bellocco di Rosarno

Tentata estorsione a Mileto: ai servizi sociali 49enne di San Giovanni

Il Tribunale di sorveglianza di Catanzaro ha concesso l’affidamento in prova ai servizi sociali a Antonino Cosentino, 49 anni, di San Giovanni di Mileto. L’istanza per la concessione dell’affidamento in prova ai sevizi sociali è stata presentata dall’avvocato Giuseppe Monteleone. Cosentino stava scontando una condanna definitiva a 6 anni e 9 mesi di reclusione per il reato di tentata estorsione aggravata ed altro (vicenda relativa a dei terreni siti in San Giovanni di Mileto).

Cosentino è conosciuto alle forze dell’ordine poiché tratto in arresto per il reato di detenzione abusiva di arma comune da sparo, detenzione abusiva di arma clandestina, detenzione illegale di munizioni e ricettazione. E’ stato arrestato anche per aver favorito la latitanza del boss di Rosarno, Giuseppe Bellocco (all’epoca nell’elenco dei trenta più ricercati d’Italia ed alla “macchia” dal 1998 per associazione mafiosa ed omicidi), scovato nel luglio del 2007 in un bunker costruito nelle campagne di San Giovanni di Mileto.

top