VIDEO | “Chiuso per mare sporco”: i commercianti occupano il Comune di Nicotera

 Hanno deciso di abbassare le saracinesche delle proprie attività per protestare per la condizione delle acque. Centinaia di persone occupano il Municipio e la strada antistante. Intervento dei Carabinieri

 Hanno deciso di abbassare le saracinesche delle proprie attività per protestare per la condizione delle acque. Centinaia di persone occupano il Municipio e la strada antistante. Intervento dei Carabinieri

Informazione pubblicitaria

 “Acqua marrone dai rubinetti, verde il mare, mo basta”. Recita così uno degli striscioni issati questa mattina da numerosi commercianti di Nicotera che hanno deciso di abbassare le saracinesche delle proprie attività per protestare contro le condizioni del mare.

Nicotera Marina, il mare si tinge di verde

Alla mobilitazione presenti anche numerosi cittadini che hanno deciso di recarsi al Comune per incontrare e chiedere l’intervento del sindaco. I commercianti, quindi, hanno occupato la sala consiliare e bloccato la strada antistante il Municipio. Sul posto i Carabinieri della Stazione. Una situazione, quella del mare, che ha già compromesso in parte la passata stagione turistica con gli operatori della Marina praticamente messi in ginocchio. Qualche giorno fa c’era stato un interessamento della Regione che aveva promesso lo stanziamento delle risorse necessarie per lo sbarramento del Mesima. 

Inquinamento del mare, si corre ai ripari