domenica,Maggio 19 2024

Vibo: Capitaneria e Polizia locale sequestrano un’attività di commercio e lavorazione marmi

Durante un controllo rinvenuti rifiuti speciali e pericolosi. Il titolare è stato deferito per violazioni delle norme in materia ambientale

Vibo: Capitaneria e Polizia locale sequestrano un’attività di commercio e lavorazione marmi
Il sequestro a Vibo di un’attività di commercio e lavorazione di marmi
Il sequestro dell’attività di commercio e lavorazione di marmi

Sotto il coordinamento della Procura di Vibo Valentia, nell’ambito di attività mirate al controllo e al monitoraggio dell’ambiente e dei fenomeni inquinanti, i militari della Capitaneria di porto e della polizia municipale di Vibo Valentia, congiuntamente ai tecnici dell’Arpacal, hanno effettuato un accertamento in un’attività di commercio e lavorazione di marmi. Nello specifico la polizia giudiziaria, all’atto del sopralluogo, oltre ad accertare l’assenza del previsto titolo autorizzativo ambientale legittimante l’attività di impresa, ha rinvenuto un deposito incontrollato di rifiuti speciali e pericolosi, riconducibili agli scarti di lavorazione della stessa azienda, in mancanza della prescritta autorizzazione.

Il sequestro dell’attività di commercio e lavorazione di marmi

La polizia giudiziaria ha quindi proceduto a porre sotto sequestro preventivo il capannone industriale e le aree a questi pertinenti per una superficie totale di oltre mille metri quadri, mentre il titolare dell’azienda è stato deferito dalla Procura di Vibo Valentia per violazioni delle norme in materia ambientale.

LEGGI ANCHE: Discarica nell’ex Cgr di Porto Salvo, avviate le operazioni di smaltimento dei rifiuti tossici

Pesca illegale, sequestri della Capitaneria di Vibo Marina e multe per seimila euro

Articoli correlati

top