Cambio della guardia al vertice del Roan

Il colonnello Antonello Maggiore, trasferito a Bari, cede il comando al tenente colonnello Domenico Tavone proveniente dal Centro alti studi della Difesa

Il colonnello Antonello Maggiore, trasferito a Bari, cede il comando al tenente colonnello Domenico Tavone proveniente dal Centro alti studi della Difesa

Informazione pubblicitaria
Da sinistra Tavone e Maggiore

Nella mattinata di ieri, nella caserma “G. Vizzari” di Vibo Marina, alla presenza del comandante regionale Calabria della Guardia di finanza, generale di divisione Gianluigi Miglioli, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento al comando del Reparto operativo aeronavale (Roan) di Vibo Valentia, tra il colonnello Antonello Maggiore, trasferito al Reparto operativo aeronavale di Bari, quale comandante, ed il tenente colonnello Domenico Tavone, proveniente dal Centro alti studi per la Difesa di Roma.

Alla cerimonia, presente anche il comandante provinciale di Vibo Valentia, colonnello Carmelo Elia Pallaria, sono intervenuti i comandanti dei reparti aeronavali dipendenti ed una rappresentanza di finanzieri in servizio ed in congedo.

«Il colonnello Antonello Maggiore – si legge in una nota – lascia l’incarico dopo 3 anni di intensa attività durante i quali le Fiamme gialle della componente aeronavale regionale si sono contraddistinte per la mirata e qualificata presenza sul territorio a difesa degli interessi economico-finanziari dello Stato, il diuturno impegno del dispositivo aeronavale in mare per il contrasto ai traffici illeciti di ogni genere ed il supporto ai reparti territoriali per mirate e qualificate attività investigative».

E ancora, «il nuovo comandante, Domenico Tavone, nel mostrare orgoglio e soddisfazione per l’incarico che si accinge a ricoprire, ha espresso l’auspicio ed il desiderio che le donne e gli uomini del Roan proseguano ad operare, con lo stesso impegno e dedizione, nel solco tracciato dal suo predecessore. Il comandante regionale – infine – ha concluso la breve ma significativa cerimonia richiamando i caratteri essenziali dei due ufficiali in avvicendamento: umiltà e semplicità unite ad una elevata professionalità responsabilmente orientata al servizio».