martedì,Giugno 25 2024

Rinascita Scott: è il giorno delle richieste di pena per il processo contro i clan del Vibonese

Si concluderà oggi la requisitoria dei pm della Dda di Catanzaro dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo. Grande attesa per le richieste di condanna da parte della Procura distrettuale diretta da Nicola Gratteri

Rinascita Scott: è il giorno delle richieste di pena per il processo contro i clan del Vibonese
Nei riquadri il pm Annamaria Frustaci, il procuratore Nicola Gratteri, il pm Antonio De Bernardo ed in basso il pm Andrea Mancuso
Vincenzo Barba

Si concluderà oggi nell’aula bunker della zona industriale di Lamezia terme, dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia, la requisitoria della Dda di Catanzaro nel maxiprocesso Rinascita Scott contro i clan del Vibonese. Un dibattimento che è già storia per i numeri e le contestazioni mosse dall’ufficio di procura, iniziato nel gennaio 2021 dopo il blitz contro oltre 350 indagati scattato la notte del 19 dicembre 2019 e che ha registrato nuovi indagati nel giugno successivo all’atto dell’avviso della conclusione delle indagini preliminari. Un dibattimento che lungo il suo percorso ha perso sette imputati di cui quattro deceduti – Pino Bonavita di Briatico, Rosario Fiarè di San Gregorio d’Ippona, Filippo Susanna di Vibo Valentia, ma residente a Lucca, Angelo Restuccia (cl ’37), di Filandari – uno per non luogo a procedere per incapacità di stare in giudizio (Domenico Naso di Limbadi) ed altri due stralciati e processati separatamente (i boss Luigi Mancuso di Limbadi e Giuseppe Accorinti di Zungri). Altri 70 imputati avevano invece scelto di essere processati con il rito abbreviato e per tale troncone si è già in appello. Un maxiprocesso nel quale hanno deposto oltre 50 collaboratori di giustizia e numerosi investigatori che hanno curato l’attività investigativa, intercettiva e di riscontro. Sarà il pubblico ministero Annamaria Frustaci – che insieme ai pm Antonio De Bernardo e Andrea Mancuso rappresenta la pubblica accusa – a terminare la requisitoria trattando la posizione del carabiniere-imputato Antonio Ventura. Quindi alla presenza del procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, seguiranno le richieste della Dda di Catanzaro per tutti gli imputati che sono i seguenti: ACCORINTI AMBROGIO, di Zungri, 29-04-1963; ACCORINTI Angelo, di Zungri, nato il 17-02-1988;  ACCORINTI Angelo, di Zungri, nato il 6-12-1991; ACCORINTI Paolo, di Zungri, 15-11-1992;  ACCORINTI Pietro, alias “Scimusca” di Zungri, 04-05-1961; ACCORINTI Salvatore, di Tropea, 08-09-1974; AIELLO Domenico, di Vibo Valentia, 07-10-1995; ALTAMURA Irene, di Serra San Bruno, 05-04-1997; AMABILE Francesco, di Parghelia, 20-09-1984; ANELLO Domenico, detto “Andrea”, di Curinga, 06-05-1985; ARCELLA Onofrio, di Sant’Onofrio, 07-12-1987; ARTUSA Domenico, di Vibo Valentia, 15-11-1962; ARTUSA Mario, di Vibo Valentia, 11-10-1966; ARTUSA Umberto Maurizio, di Vibo Valentia, 03-10-1968; ARTUSA Vittoria, detta “Mirella”, di Vibo Valentia, 04-09-1974; BARBA Bruno, di Vibo Valentia, 22-04-1984; BARBA Nicola, di Vibo Valentia, 07-04-1952; BARBA Vincenzo, alias “U Musichiere”, di Vibo Valentia, 14-04-1952; BARBIERI Antonino, alias “Camera”, di Cessaniti il 02-10-1959; BARBIERI Francesco, detto “Ciccione o Cartiera”, di Cessaniti, 21-02-1965; BARBIERI Francesco, di San Calogero, 10-03-1988; BARBIERI Giuseppe, alias “Padre Pio”, di Sant’Onofrio, 23-07-1973; BARBIERI Giuseppe, alias “Pepparijeu”, di Rombiolo, 22-04-1992; BARBIERI Michelangelo, di Cessaniti, 08-10-1993;  BARBIERI Onofrio, alias “38”, di Vena Superiore, 10-01-1980; BARBUZZA Giuseppe, Leonforte (En) 27-09-1948; BARONE Antonio, di Mileto, 30-09-1972; BASILE Paolo, di Vibo Valentia, 09-06-1963; BASILE Francesco, di Vibo Valentia, 02-04-1956;  BATTAGLIA Michele, di Nicotera, 23-03-1981; BELSITO Luca, di Sant’Onofrio, 28-03-1949; BELSITO Rocco, di Sant’Onofrio, 11-10-1982; BELVEDERE Lucio detto “Luciano”, di Vibo Valentia, 22-12-1981; [SCORRI IN BASSO E CLICCA SU “AVANTI” PER CONTINUARE A LEGGERE I NOMI DEGLI ALTRI IMPUTATI]

Articoli correlati

top