Ricadi, arrestato nel giorno del suo matrimonio

Doveva scontare circa sette mesi di detenzione. I Carabinieri lo prelevano mentre era in corso il banchetto nuziale

Doveva scontare circa sette mesi di detenzione. I Carabinieri lo prelevano mentre era in corso il banchetto nuziale

Informazione pubblicitaria

Il fatto curioso è successo in un noto ristorante di Monte Poro. Mentre era in corso un pranzo di nozze ecco arrivare i Carabinieri che prelevano lo sposo e lo accompagnato nell’istituto penitenziario di Vibo Valentia. Protagonista di questa “commedia” è stato G. M., 38 anni, residente a Ricadi, che ha visto rovinato il giorno più felice della sua vita da un’ordinanza emessa dal Tribunale di Lecco, in base alla quale deve scontare circa sette mesi di detenzione per un reato di estorsione e truffa commesso negli anni passati.  

Una pattuglia dei Carabinieri del comando stazione di Spilinga, guidato dal maresciallo Antonio Di Carlo, ha raggiunto l’abitazione dell’uomo per notificargli l’atto giudiziario. Non trovandolo in casa lo hanno raggiunto nella sala ricevimenti di un ristorante di Monte Poro dove era in corso il  banchetto nuziale. Qui i militari gli hanno notificato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e, tra lo sbigottimento degli invitati e la disperazione della sposa, se lo sono portato via.