lunedì,Giugno 17 2024

Rinascita Scott: lunedì la lettura della sentenza per 343 imputati da parte del Tribunale di Vibo

La Dda di Catanzaro per 28 testimoni ascoltati in aula ha chiesto la trasmissione degli atti al proprio ufficio per procedere per il reato di falsa testimonianza

Rinascita Scott: lunedì la lettura della sentenza per 343 imputati da parte del Tribunale di Vibo
Nei riquadri il pm Annamaria Frustaci, il procuratore Nicola Gratteri, il pm Antonio De Bernardo ed in basso il pm Andrea Mancuso

Verrà letto lunedì alle ore 10:00 nell’aula bunker dell’area industriale di Lamezia Terme, il dispositivo di sentenza da parte del Tribunale collegiale di Vibo Valentia (presidente Brigida Cavasino, giudici a latere Claudia Caputo e Germana Radice) del maxiprocesso Rinascita Scott. Le richieste di pena da parte della Dda di Catanzaro interessano 338 imputati (su 343), mentre per 28 testimoni la Procura ha chiesto al Tribunale la trasmissione degli atti al proprio ufficio per procedere per il reato di falsa testimonianza. Un maxiprocesso che ha perso lungo il “cammino” sette imputati: Pino Bonavota di Briatico, Rosario Fiarè di San Gregorio d’Ippona e Filippo Susanna, nativo di Vibo Valentia ma residente a Lucca, Angelo Restuccia (cl ’37), imprenditore di Rombiolo (tutti deceduti), Domenico Naso, 46 anni, di Limbadi (per il quale si è registrato il non luogo a procedere in quanto impossibilitato a stare scientemente sotto processo a causa delle sue gravi condizioni di salute), Giuseppe Accorinti di Zungri e Luigi Mancuso di Limbadi, gli ultimi due stralciati e processati separatamente.  
Circa 600 gli avvocati impegnati nel collegio di difesa degli imputati. Fra gli imputati, anche esponenti della politica, delle forze dell’ordine e professionisti come l’ex parlamentare di Forza Italia Giancarlo Pittelli, l’ex consigliere regionale Pietro Giamborino, l’ex sindaco di Pizzo Gianluca Callipo, l’ex assessore comunale di Vibo Vincenzo De Filippis, l’ex consigliere comunale di Vibo Alfredo Lo Bianco, l’ex comandante della Polizia municipale di Vibo Filippo Nesci, gli imprenditori vibonesi Gianfranco FerranteMario e Maurizio Artusa, il gioielliere di Vibo Vittorio Tedeschi, l’ingegnere ed ex assessore comunale di Vibo Francesco Basile, il fratello Paolo Basile (commercialista), il dentista di Limbadi Agostino Redi, il carabiniere Antonio Ventura, l’ex comandante provinciale dei carabinieri di Teramo Giorgio Naselli, l’ex finanziere della Dia Michele Marinaro, la poliziotta della Stradale di Vibo Daniela De Marco, la veterinaria dell’Asp di Vibo Chiarina CristelliDanilo Tripodi, impiegato del Tribunale di Vibo, l’ex sindaco di Nicotera Salvatore Rizzo. LEGGI QUI LE SINGOLE RICHIESTE DI PENA DELLA DDA DI CATANZARO: Rinascita Scott: ecco le richieste di pena per i 338 imputati formulate dalla Dda di Catanzaro

Rinascita Scott, Dda chiede la trasmissione alla Procura per 28 testi: falsa testimonianza

Articoli correlati

top