martedì,Aprile 16 2024

Maestrale-Carthago: 48enne di Paravati lascia i domiciliari

Per lui la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Lunedì il rinvio a giudizio insieme ad altri 187 imputati

Maestrale-Carthago: 48enne di Paravati lascia i domiciliari

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha sostituito la misura degli arresti domiciliari nei confronti di Massimo Rombolà, 48 anni, di Paravati (frazione di Mileto), imputato nel procedimento penale nato dall’operazione antimafia denominata Maestrale-Carthago. Per lui, quindi – in accoglimento di un ricorso dell’avvocato Antonio Barilaro – è stata decisa la misura dell’obbligo di presentazione trisettimanale alla polizia giudiziaria. In precedenza il Riesame – dopo un annullamento con rinvio ad opera della Cassazione sulle aggravanti mafiose – aveva annullato la misura in relazione alle contestazioni per la detenzione di armi, confermandola invece per delle estorsioni con il metodo del cavallo di ritorno. Nei confronti di Massimo Rombolà, unitamente ad altri 187 imputati, il gip distrettuale ha disposto il rinvio a giudizio dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia per l’11 marzo prossimo.

LEGGI ANCHE: Maestrale-Olimpo-Imperium: in 188 rinviati a giudizio dinanzi al Tribunale di Vibo – Nomi/Foto

Maestrale-Olimpo-Imperium: ammessi al rito abbreviato 91 imputati del Vibonese

top