Blitz durante il ricevimento nuziale, scoperti dieci lavoratori in nero in un locale di Pizzo

Elevata una sanzione di oltre 36mila euro con sospensione dell’attività. Non è la prima volta che il noto ristorante viene passato al setaccio dalle forze dell’ordine 

Elevata una sanzione di oltre 36mila euro con sospensione dell’attività. Non è la prima volta che il noto ristorante viene passato al setaccio dalle forze dell’ordine 

Informazione pubblicitaria

Gli invitati, a centinaia, si stavano apprestando a gustare le prime portate di un banchetto nuziale quando i militari del Norm dei carabinieri e i finanzieri del Comando provinciale di Vibo hanno dato il via ai controlli sulla regolarità dei lavoratori chiamati a prestare servizio in occasione del matrimonio. Era infatti in corso un ricevimento nuziale al ristorante Mocambo di Pizzo, sottoposto mercoledì scorso ad un nuovo controllo da parte delle forze dell’ordine. Risultato: scoperti 10 lavoratori in nero, elevata una sanzione di 36.600 euro e sospesa l’attività. A riferirlo la Gazzetta del Sud. Non è il primo blitz di cui viene fatto oggetto il noto locale napitino, già nel mirino delle forze dell’ordine per irregolarità in materia igienico-sanitaria e di gestione del personale. Correva l’anno 2017 quando il locale venne chiuso per alcuni giorni e alla società di gestione fu comminata una maxi sanzione di 131mila euro. Nel marzo scorso, poi, clamore aveva destato il controllo effettuato nel corso di un evento organizzato in occasione della festa della donna alla presenza dell’attore Marco Bocci, nel corso del quale erano stati rinvenuti escrementi di animali in prossimità delle pietanze, prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione e, anche in quel caso, lavoratori irregolari che avevano provato a sottarsi rifugiandosi nelle celle frigorifere. In quel caso la sanzione arrivò a 40mila euro con conseguente revoca della licenza.     

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHECarenze sanitarie e lavoratori irregolari: chiuso il “Mocambo” a Pizzo

Escrementi di topi e gatti accanto ai vassoi pronti da servire, maxi-sanzione a un ristorante di Pizzo