Mileto, il parco dell’ex Foro Boario devastato a poche ore dalla riapertura – Foto

Ignoti hanno scavalcato il cancello e si sono resi artefici di una serie di gravi atti vandalici che hanno sensibilmente danneggiato la struttura
Ignoti hanno scavalcato il cancello e si sono resi artefici di una serie di gravi atti vandalici che hanno sensibilmente danneggiato la struttura
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ignobile gesto ieri notte a Mileto. A poche ore dall’attesa riapertura del Parco urbano dell’ex Foro Boario, prevista per venerdì prossimo, ignoti hanno scavalcato il cancello e si sono resi artefici di una serie di gravi atti vandalici che ne hanno sensibilmente danneggiato la struttura. Un vero e proprio schiaffo dato ai membri dell’associazione “Aisa” che per i prossimi 5 anni gestiranno l’area verde attrezzata e che in queste ore stanno dedicando tempo e denaro per rimetterla in sesto. Ma anche una doccia fredda nei confronti dell’intera cittadinanza di Mileto che da oltre un anno aspetta che il Parco venga rimesso a disposizione della comunità e ridiventi punto d’incontro di intere famiglie, specialmente nella stagione estiva. I malviventi, perché di questo si tratta, hanno preso di mira lo scivolo, l’altalena e gli altri giochi per bambini, danneggiandoli in più parti, e gli elementi di arredo dell’area pic-nic, comprese le opere in muratura per il barbecue e i sedili in legno massiccio. Il tutto, “corredato” da materassi, rifiuti e quant’altro trasportato dall’esterno e abbandonato a “spregio” per terra. Non è la prima volta che l’area è oggetto di atti vandalici, anzi. Diventa sempre più impellente, quindi, l’installazione di telecamere a controllo del Parco. L’Aisa, in questi minuti, sta per sporgere regolare denuncia alle autorità competenti. Al vaglio, a quel punto, ci saranno sicuramente alcune videocamere a circuito chiuso presenti all’esterno di alcune vicine abitazioni. Dopo il comprensibile momento di scoramento e di ribellione, i membri dell’associazione si ritrovano, invece, ora alle prese con una lotta contro il tempo, per cercare di rimettere in sesto la struttura in vista della manifestazione di giorno 20, che si terrà alla presenza di scolaresche, vigili del fuoco, polizia municipale e autorità territoriali.

Informazione pubblicitaria