Carattere

L'uomo ritenuto vicino al clan Piromalli. Confiscati anche un villaggio turistico a Parghelia, una lussuosa villa e l’azienda Brianza srl a Calderana di Reno in provincia di Bologna

Cronaca

La Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di sequestro di beni, per un valore di circa 50 milioni di euro nei confronti di Nicola Comerci, 69 anni, di Nicotera, imprenditore attivo nella piana di Gioia Tauro e con rilevanti interessi economici nelle province di Vibo Valentia, Roma, Bologna ed in tutto il Nord Italia.

Bancarotta fraudolenta, arresti e sequestri tra Calabria e Emilia Romagna - NOMI|VIDEO|INTERVISTA

I beni sequestrati sono riconducibili alla pericolosa cosca di ‘ndrangheta, operante nella Piana di Gioia Tauro, dei Piromalli. L’attività investigativa di natura patrimoniale è stata svolta dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Reggio Calabria, coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia - Sezione Misure di Prevenzione di Reggio Calabria.

Tra i beni sequestrati, una lussuosa villa di proprietà del Comerci, un villaggio turistico a Parghelia di Vibo Valentia, l’azienda Brianza Srl a Calderana di Reno (BO) e quote del capitale sociale di una azienda con sede in Roma.

Comerci era stato arrestato lo scorso marzo (e poi successivamente scarcerato) nell’ambito dell’operazione denominata “Bad company” per i reati di bancarotta fraudolenta e bancarotta documentale, scaturiti da un'indagine sul fallimento di una società operante nel settore turistico nella "Costa degli Dei".

 

Seguici su Facebook