lunedì,Aprile 19 2021

Tre proiettili a Vibo Valentia per il locale Filippo’s dei Daffinà

La scoperta venerdì mattina. Indagini sull'accaduto sono state avviate dalla polizia giudiziaria della Procura

Tre proiettili a Vibo Valentia per il locale Filippo’s dei Daffinà

Si occuperà la sezione di polizia giudiziaria della Procura di Vibo Valentia delle indagini relative al ritrovamento di tre proiettili di pistola sistemati con del nastro isolante all’ingresso del locale “Filippo’s”, sito su Corso Umberto I al piano terra dello storico palazzo Gagliardi.

Il ritrovamento dei proiettili risale a venerdì mattina ed il titolare del locale, Ivano Daffinà, unitamente alla sorella Franca, ha provveduto a sporgere immediata denuncia. Gli investigatori indagano a 360 gradi e non escludono al momento alcuna ipotesi. Di certo, l’episodio appare del tutto scollegato ad un altro simile (il ritrovamento di una bottiglia con liquido infiammabile) avvenuto nel dicembre 2011 e che aveva interessato il vecchio locale Filippo’s, sito a pochi metri dall’attuale e poco distante dalla lapide dedicata al partigiano Papandrea.

Un episodio, quest’ultimo, di cui si sono pure occupati i carabinieri del Ros di Catanzaro – oltre alla Squadra Mobile di Vibo Valentia – nell’ambito dell’inchiesta “Purgatorio” ma sul quale non è mai stata fatta luce. Nel 2004, invece, alla famiglia Daffinà venne incendiato un ristorante da poco aperto all’interno del piazzale del porto di Tropea. Anche in questo caso sull’incendio – che nessun collegamento avrebbe con i proiettili ritrovati venerdì – non è mai stata fatta luce e gli autori del rogo restano ad oggi del tutto impuniti.

top