Tropea, muore dopo essere stato dimesso dall’ospedale: indagati due medici (NOMI)

Si tratta dei sanitari che nella serata di sabato hanno prestato le prime cure ad Antonio Francolino. L’inchiesta avviata in seguito alla denuncia dei figli del 76enne

Si tratta dei sanitari che nella serata di sabato hanno prestato le prime cure ad Antonio Francolino. L’inchiesta avviata in seguito alla denuncia dei figli del 76enne

Informazione pubblicitaria

È terminata nella tarda serata di ieri l’autopsia sul corpo di Antonio Francolino, insegnante di 76 anni in pensione di Spilinga, deceduto domenica notte dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Tropea.

Accusa un malore, ma dall’ospedale di Tropea viene rimandato a casa e poco dopo muore. Aperta un’inchiesta

La Procura, dopo la denuncia dei figli, Dario e Marcello Francolino, ha avviato le indagini e ha iscritto nel registro degli indagati due medici che sabato sera hanno prestato le prime cure ad Antonio Francolino. Si tratta dei medici in servizio all’ospedale di Tropea, Giuseppina Bene e Anna Furchì.

I risultati dell’autopsia, effettuata dal medico legale Katiuscia Bisogni, si conosceranno tra non meno di 90 giorni.

I familiari dell’uomo deceduto hanno scritto ieri una lettera aperta chiedendo che ad intervenire sulla vicenda sia direttamente il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Muore in casa dopo essere stato dimesso dall’ospedale di Tropea, la famiglia scrive al ministro della Salute