Muore dopo le dimissioni dall’ospedale di Vibo, eseguita l’autopsia

Alla donna, una 56enne di origini rumene, era stata diagnosticata una distorsione al collo. Nei giorni precedenti il decesso si era già recata in Pronto soccorso lamentando gli stessi sintomi
Alla donna, una 56enne di origini rumene, era stata diagnosticata una distorsione al collo. Nei giorni precedenti il decesso si era già recata in Pronto soccorso lamentando gli stessi sintomi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È stata eseguita l’autopsia sul corpo di Victoria Fulop, 56enne cittadina rumena residente a Vibo Valentia, deceduta a causa di un infarto, sopraggiunto nella notte del 5 dicembre, dopo che la donna era stata dimessa dall’ospedale Jazzolino con una diagnosi di distrazione e distorsione del collo e la somministrazione di un antidolorifico. Ad eseguirla, nell’ambito delle indagini disposte dalla Procura cittadina e condotte dai militari della Compagnia di Vibo Valentia, il medico legale Santo Lio. Le indagini, scattate dopo la denuncia presentata dai familiari della donna, puntano ad accertare se vi siano state responsabilità da parte dei sanitari che hanno avuto in cura la 56enne durante l’accesso al Pronto soccorso cittadino dove, peraltro, si era già recata nei giorni precedenti lamentando gli stessi sintomi. All’esame autoptico ha partecipato anche il medico legale Alfonso Luciano, consulente di parte incaricato dalla famiglia attraverso lo Studio risarcimenti e consulenze di Fabio Franco Levato e Giovanni Cerutti, che ha provveduto anche all’individuazione di un legale che curerà gli interessi dei familiari e l’eventuale richiesta di risarcimento danni, qualora venissero accertate responsabilità o negligenze mediche. Aspetti sui quali dovrà ora fare chiarezza la Procura vibonese che aveva già acquisito, nell’immediatezza della denuncia, tutto il carteggio sanitario relativo al caso.

LEGGI ANCHE: Muore dopo le dimissioni dall’ospedale di Vibo, i familiari presentano denuncia   

Informazione pubblicitaria