Un chilo di hashish rinvenuto dalla Guardia costiera in un fosso di Pizzo

La sostanza sequestrata, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato illeciti guadagni per circa 15mila euro
La sostanza sequestrata, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato illeciti guadagni per circa 15mila euro
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Personale del Nucleo operativo di polizia ambientale della guardia costiera di Vibo Valentia, in attività di vigilanza per la salvaguardia dell’ambiente marino, ha ricevuto la segnalazione della presenza di contenitori sospetti sulla spiaggia del comune di Pizzo nei pressi della foce del fosso Navina. Il personale intervenuto sul posto ha effettuato un puntuale sopralluogo del litorale rinvenendo due involucri in plastica contenenti hashish suddivisa in 19 panetti debitamente sigillati per un peso complessivo di oltre un chilo. A seguito dell’analisi della sostanza, eseguita con l’ausilio della polizia di Stato di Vibo Valentia, il prodotto è stato immediatamente posto sotto sequestro penale dalla Guardia costiera di Vibo Valentia. L’hashish sequestrata, qualora immessa sul mercato, avrebbe fruttato somme per circa 15.000 euro.

Informazione pubblicitaria