Coronavirus, riscontrato un caso sospetto all’aeroporto di Lamezia

Una donna è risultata positiva ai controlli ed è stata trasferita al Pugliese di Catanzaro. Intanto i morti in Italia salgono a due
Una donna è risultata positiva ai controlli ed è stata trasferita al Pugliese di Catanzaro. Intanto i morti in Italia salgono a due
Informazione pubblicitaria
Controlli all'aeroporto di Lamezia Terme
Informazione pubblicitaria
Il reparto Malattie infettive di Catanzaro

di Luana Costa

Un sospetto caso di Coronavirus è stato riscontrato nella tarda serata di ieri all’aeroporto di Lamezia Terme ed è stato immediatamente disposto il trasferimento all’unità operativa di Malattie Infettive dell’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro.

Il sospetto caso riguarda una donna di 26 anni che si trovava a bordo di un volo atterrato allo scalo lametino dal Nord Italia, in tarda serata e che è risultata positiva ai primi sommari controlli. Da quanto è stato possibile apprendere, la donna avrebbe fatto registrare una temperatura corporea alterata. Ma a far scattare la procedura di emergenza è stata la circostanza che, da quanto avrebbe dichiarato, nei giorni scorsi sarebbe entrata in contatto con un’altra donna che a sua volta avrebbe avuto contatti con un 38enne infetto di Bergamo. 

Ovviamente al momento non c’è alcuna certezza che la paziente sia stata colpita dal Covid-19 (la sigla con cui viene identificato questo tipo di coronavirus). L’ospedale di Catanzaro ha attivato tutte le procedure previste per i casi sospetti, con la paziente all’interno della camera a pressione negativa, e soltanto nelle prossime ore sarà possibile saperne di più.

Al momento sono due le vittime in Italia: un 78enne in Veneto e una donna in Lombardia.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHE: Coronavirus, negativo il test sulla donna ricoverata a Catanzaro