Gli “angeli del coronavirus”, nonna Vittoria: «Quel pane è stato come un abbraccio» – Video

I volontari della Prociv Augustus di Vibo e il Comune consegnano la spesa a domicilio agli anziani non autosufficienti. Per chi vive da solo è un aiuto indispensabile
I volontari della Prociv Augustus di Vibo e il Comune consegnano la spesa a domicilio agli anziani non autosufficienti. Per chi vive da solo è un aiuto indispensabile
Informazione pubblicitaria
Nonna Vittoria riceve la spesa a domicilio
Informazione pubblicitaria
Vittoria, 83 anni

Nonna Vittoria ha 83 anni. Tre dei suoi figli sono a Milano, nel cuore dell’emergenza coronavirus.  È in apprensione per loro, anche se li sente tutti i giorni. Da quando è iniziata la quarantena è rimasta sola. La sua assistente domestica non può più accudirla. Giorni fa ha ricevuto un sms dal Comune. Quando nella dispensa il cibo ha cominciato a scarseggiare, ha superato l’imbarazzo e ha composto il numero. (Questi quelli messi a disposizione dal Municipio: 0963.599314; 0963.599500; 0963.599510; 0963.599520; 3319955584).

Il giorno dopo si sono presentati due angeli custodi dell’associazione Prociv Augustus,  con  le buste della spesa. Quella sera ha cenato con il pane. Erano due settimane che non ne mangiava. «Grazie ai volontari che erano andati a farmi la spesa, avevo la dispensa piena, ma desideravo il sapore del pane,  ed  è stato come ricevere un caldo abbraccio». Quell’abbraccio che lei come tanti altri spera di poter dare presto ai suoi figli e ai suoi nipoti. [Continua]

Caschi, ventilatori e Dpi: non si arresta la gara di solidarietà per lo Jazzolino di Vibo

Informazione pubblicitaria

«Non sono terrorizzata dal coronavirus, confido nell’aiuto del Signore – ci racconta -, tutte le mattine prego per le persone che stanno soffrendo e per tutti quei medici che stanno rischiando la loro vita per salvarne altre».

Ha origini nobili Vittoria, una vita nel volontariato, una famiglia numerosa e una casa piena di foto che raccontano alcuni dei momenti più belli della sua vita. Istantanee che le fanno compagnia nei momenti di solitudine.

I volontari della Prociv Augustus

Anche Vibo Valentia ha dunque avviato la macchina della solidarietà per andare incontro alla popolazione più debole: gli anziani e le persone disagiate. A loro è rivolto il servizio di assistenza per l’acquisto di medicinali e di beni alimentari di prima necessità.

«Sono tante le persone che ogni giorno richiedono il nostro intervento» ci spiega l’assessore ai servizi sociali Franca Falduto che dal Palazzo municipale coordina l’attività. «Oltre alla spesa, forniamo un servizio di supporto psicologico alle persone che in questo periodo soffrono la solitudine».

Decidiamo di seguire i volontari nel loro giro quotidiano che inizia la mattina per terminare la sera.  A coordinare i volontari è Nicola Nocera, presidente dell’associazione Prociv Augustus.  Insieme a Valentina Lagadari, 31 enne di Rombiolo e a Roberto Naso, appartenente all’Istituto nazionale per la Guardia d’onore del Pantheon,andiamo in un vicino supermarket della città per riempire il carrello dei beni di prima necessità richiesti da Vittoria e da tante altre persone che non hanno la possibilità di uscire per fare la spesa. «Mai come in questo momento ci siamo sentiti utili e vicini alla popolazione», commenta Nocera.

Primo morto per Coronavirus in provincia di Vibo Valentia