Tutti pazzi per la ‘Nduja, l’insaccato fa proseliti anche nel Regno Unito

Un’importante catena inglese di pizzerie ha inserito l’apprezzato salume tra gli ingredienti principali delle sue specialità.

Un’importante catena inglese di pizzerie ha inserito l’apprezzato salume tra gli ingredienti principali delle sue specialità.

Informazione pubblicitaria
I fratelli Elliot con la loro pizza alla 'nduja
Informazione pubblicitaria

Un prodotto tipico che ha da tempo varcato i confini regionali e nazionali, approdando sulle tavole di molti paesi europei ed extra-europei ma soprattutto conquistando, con il suo sapore a dir poco deciso, chef e astri internazionali della cucina, che lo propongono ormai abitualmente agli esigenti palati dei clienti dei loro “stellatissimi” ristoranti. La ‘Nduja di Spilinga, anche grazie a qualche buona trovata di marketing, vive una fase ascendete che la proietta sempre più verso nuovi mercati e verso opportunità per i suoi produttori.

Informazione pubblicitaria

E la ‘nduja non manca di fare proseliti soprattutto nella vecchia Europa, come nel recente caso che arriva dall’Inghilterra, dove la specialità spilingese ha catturato l’attenzione dei fratelli Thom e James Elliot, dinamici reporter nonché titolari di una catena di pizzerie, che l’hanno eletta come ingrediente di primo piano per le pizze di ispirazione italica offerte ai clienti di “Pizza Pilgrims”. Un progetto, più che una scelta puramente gastronomica, quello intraprese dai fratelli inglesi risultato di un’originale iniziativa che li ha portati in Italia a bordo di un’Ape Piaggio alla ricerca dei migliori prodotti tipici da proporre nelle loro gustose preparazioni.

Amore a prima vista quindi, tra gli inglesi e il maiale in versione “hot” e già alla prima tappa del loro lungo viaggio che «partito proprio da Spilinga li ha poi portati a Napoli, Roma, Pisa, Genova e Torino per incontrare produttori e realizzare una serie televisiva sulla cultura gastronomica italiana». Parole dell’ex sindaco di Spilinga, Franco Barbalace, tra i principali promotori del prodotto verso le vette dell’alta cucina, il quale con soddisfazione registra un altro risultato nel cammino di conquista della ‘nduja sui nuovi mercati. Tanto che egli stesso, ricevendo i saluti e i ringraziamenti dei fratelli Elliot afferma: «in tutto questo la ‘nduja di Spilinga è sempre in primo piano conquistando sempre più spazio internazionale».