Sparatoria nel centro abitato di Vibo, 41enne si salva miracolosamente

Alcuni colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi all’indirizzo di un 41enne nel quartiere Feudotto nel pomeriggio di oggi. L'attentatore si sarebbe allontanato a bordo di un motociclo. Indagano i carabinieri

Alcuni colpi d'arma da fuoco sono stati esplosi all’indirizzo di un 41enne nel quartiere Feudotto nel pomeriggio di oggi. L'attentatore si sarebbe allontanato a bordo di un motociclo. Indagano i carabinieri

Informazione pubblicitaria

Sparatoria nel pomeriggio di oggi in pieno centro abitato a Vibo Valentia. Un uomo, sopraggiunto a bordo di un motociclo in via Savelli, una traversa di via Giovanni XXIII a due passi dalla chiesa della Sacra Famiglia, dopo aver suonato il citofono, ha atteso il suo obiettivo sotto l’abitazione di quest’ultimo, per poi esplodergli contro alcuni colpi d’arma da fuoco senza tuttavia riuscire a colpirlo.

La vittima designata, Massimo Ripepi, 41 anni, intuite le sue intenzioni, sarebbe riuscito a sottrarsi alla pioggia di fuoco fuggendo via e riparando dentro l’ingresso del palazzo. I colpi si sono così infranti sul portone e sulla facciata dell’edificio e l’attentatore si sarebbe rapidamente dileguato a bordo dello stesso motociclo col quale era sopraggiunto poco prima sul posto. Non si esclude la presenza di altre persone al momento dell’agguato.

Gli spari si sono distintamente uditi in tutta la zona, suscitando allarme tra i residenti. Sul posto, allertati dai vicini, si sono portati i carabinieri del Comando provinciale per i rilievi di rito e l’avvio delle indagini.