Carattere

A fare la scoperta sono stati i carabinieri ed i vigili del fuoco avvertiti dai familiari del pensionato

Cronaca

Un pensionato di 68 anni è stato ritrovato privo di vita in una campagna del Vibonese dove stava tentando di spegnere un incendio. A fare la scoperta - a Favelloni di Cessaniti - sono stati i carabinieri, avvertiti dai familiari di Antonio Purita, preoccupati per le sorti del congiunto. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato in un fosso, parzialmente lambito dalle fiamme.

Probabile che il 68enne sia svenuto per il fumo e poi sia precipitato nel fosso perdendo i sensi, venendo successivamente raggiunto dalle fiamme in località "Piana Pugliese". Nei giorni scorsi a Zungri anche una donna del luogo era morta a seguito del fumo causato da un incendio.

Indagini sull’accaduto sono state avviate dai carabinieri che hanno recuperato il corpo con l’aiuto dei Vigili del fuoco. Antonino Purita era lo zio di Maurizio Purita, il 36enne deceduto il 2 dicembre scorso in un incidente con il trattore (Tragedia a Cessaniti, giovane muore schiacciato dal suo trattore). Sulla tragedia, il cordoglio dell’amministrazione comunale di Cessaniti e del sindaco Francesco Mazzeo: «Ci stringiamo al profondo dolore che ha colpito la famiglia Purita, a pochi mesi dalla terribile scomparsa dell’amico  e compaesano Maurizio». I funerali, dopo il dissequestro della salma, si terranno domani. 

LEGGI ANCHE:

Uliveto in fiamme nel Vibonese, donna muore intossicata dal fumo

Incidente stradale nel Vibonese, l’impatto tra due auto provocato da un incendio (VIDEO)

Notte di paura a Piscopio, incendio minaccia il centro abitato (FOTO/VIDEO)

Vasto incendio a Zaccanopoli, le fiamme minacciano un allevamento (VIDEO)

Il fuoco non dà tregua al Vibonese: in fiamme l’area industriale di Porto Salvo (FOTO/VIDEO)

Emergenza incendi nel Vibonese, il prefetto mantiene il Centro coordinamento soccorsi

In evidenza

Seguici su Facebook