giovedì,Maggio 6 2021

Spaccio di droga a Tropea, in due lasciano i domiciliari

Fra i clienti, oltre a minorenni, anche un imprenditore ed un avvocato. L’inchiesta condotta dalla Squadra Mobile con il coordinamento della Procura di Vibo

Spaccio di droga a Tropea, in due lasciano i domiciliari

Due sostituzioni di misure cautelari decise dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, Francesca Del Vecchio, per altrettanti indagati di Tropea. Lascia infatti gli arresti domiciliari per l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria (carabinieri), Andrea Candido, 38 anni, di Tropea, arrestato nell’aprile scorso con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ difeso dall’avvocato Carmine Pandullo. Dai domiciliari passa invece all’obbligo di dimora Salvatore Forelli, 60 anni, difeso dall’avvocato Francesco Arena.

Andrea Candido, nel solo mese di gennaio dello scorso anno, stando alle indagini della Squadra Mobile di Vibo Valentia, avrebbe ceduto marijuana ad un acquirente tre-quattro volte a settimana, in alcuni casi pure due volte al giorno, per un totale di circa 180 cessioni. Salvatore Forelli è invece accusato di aver ceduto marijuana a tre acquirenti (fra cui un minorenne) ad un prezzo variabile fra le cinque e le dieci euro nei mesi dicembre 2019 e gennaio scorso.

Il Riesame per Saverio Bardo, 32 anni, di Tropea (che si trova ai domiciliari), difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo, è stato invece fissato per il giorno 9 luglio. A Saverio Bardo vengono contestate cessioni di marijuana nei confronti di tre adulti e quattro minori. Fra i clienti, anche un imprenditore del luogo che da giugno a novembre 2019 avrebbe ricevuto circa 20 cessioni di marijuana. Lo stesso, ascoltato dalla polizia, ha raccontato di fare “saltuariamente uso di sostanza stupefacente, del tipo marijuana, poiché ne trae benefici per le emicranie croniche da cui è affetto”. Fra i clienti che hanno ammesso alla polizia di essersi riforniti “saltuariamente di marijuana, circa due volte a settimana, da Saverio Bardo a partire dal settembre 2019”, pure un avvocato del foro di Vibo Valentia.

LEGGI ANCHE: Lo spaccio di droga a Tropea nell’ordinanza del gip di Vibo

top