Sommozzatori trovano due ordigni bellici sui fondali di Briatico

Gli istruttori hanno prontamente avvisato la Guardia di finanza per la messa in sicurezza dell’area
Gli istruttori hanno prontamente avvisato la Guardia di finanza per la messa in sicurezza dell’area
Informazione pubblicitaria
Il rinvenimento dei due ordigni
Informazione pubblicitaria

Due ordigni bellici sono stati rinvenuti nelle scorse ore sui fondali di Briatico. La scoperta è avvenuta nel corso di una esercitazione della Protezione civile allorquando due operatori istruttori sommozzatori di Prociv, Leonardo Dorrico, 53 anni e Domenico Giuliani, 47 anni, con il supporto logistico della scuola Asd Frogmen team di Briatico, hanno individuato materiale inesploso al largo della città del mare. Quanto rinvenuto, con ogni probabilità, è riconducibile alla seconda guerra mondiale.

Informazione pubblicitaria
Leonardo Dorrico e Domenico Giuliani, sommozzatori e istruttori

Gli stessi hanno nelle immediatezze informato la Guardia di Finanza nella persona del luogotenente Tonino D’amico, responsabile del Nucleo Sommozzatori di Vibo Marina per far effettuare i rilievi del caso e mettere in sicurezza il sito. L’ipotesi più accreditata è che gli ordigni possano appartenere a unità navali del secondo conflitto mondiale. Le suggestive immagini sono state scattate dai sommozzatori durante l’attività.