Carattere

Il pm Andrea Mancuso formula le richieste di pena nel processo in abbreviato. Richiesta di condanna a 2 anni pure per il presidente della Provincia di Vibo e sindaco di Briatico

Cronaca

Nuova udienza questa mattina dinanzi al gup distrettuale di Catanzaro per il processo con rito abbreviato nato dall’operazione antimafia denominata “Costa pulita” che ha colpito i clan Accorinti-Melluso-Bonavita di Briatico, Il Grande di Parghelia e Mancuso di Limbadi e Nicotera. Un’udienza al termine della quale il pm della Dda di Catanzaro, Andrea Mancuso, ha chiesto al gup la condanna degli imputati.

Queste le richieste di condanna: 20 anni di reclusione a testa per il presunto boss di Briatico Antonino Accorinti e il figlio Antonio Accorinti; 2 anni per l’ex consigliere comunale di Briatico Sergio Bagnato; 2 anni per l’attuale presidente della Provincia di Vibo Valentia, nonché sindaco di Briatico, Andrea Niglia (accusato di corruzione elettorale aggravata dalle finalità mafiose); 2 anni per l’ex sindaco di Briatico Francesco Prestia; 14 anni Nazzareno Colace, di Portosalvo; 6 anni Giuseppe Evalto, imprenditore di Spilinga; un anno e 10 mesi Francesca Galea di Siderno; 5 anni e 4 mesi per l’ingegnere ed ex consigliere comunale di Vibo Valentia, Giancarlo Giannini; 14 anni per Giuseppe Granato, imprenditore di Briatico; 10 anni Francesco Grillo; 12 anni Carmine Il Grande, presunto boss dell’omonimo clan di Parghelia; 10 anni Ferdinando Il Grande, di Parghelia; 10 anni Gerardo La Rosa, di Parghelia; 6 anni Giancarlo Lo Bianco, imprenditore di Portosalvo;

12 anni Francesco Marchese, di Briatico; 14 anni Emanuele Melluso di Briatico; 14 anni Leonardo Melluso, pure lui di Briatico; 18 anni Simone Melluso di Briatico; 12 anni Salvatore Muggeri, genero di Antonino Accorinti; 6 anni Salvatore Muzzupappa, di Nicotera; 10 anni Pasquale Prossomariti, di Santa Domenica di Ricadi; 9 anni Felice Lo Iacono, di San Costantino di Briatico; 14 anni Giancarlo Lo Iacono, dio Zambrone; 10 anni per Cosmo Michele Mancuso, boss di Limbadi dell’omonimo clan; 12 anni Salvatore Prostamo, di Briatico; 6 anni Giovanni Rizzo, di Nicotera Marina; 14 anni Carlo Russo, di Zambrone; 10 anni Davide Surace, di Spilinga; 10 anni Federico Surace, di Spilinga; 3 anni e 4 mesi Eugenya Umyarova (cl. ’73) dell’Uzbekistan.

Le richieste di pena sono scontate di un terzo per la scelta del rito abbreviato. Associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, usura, corruzione elettorale, concorso esterno in associazione mafiosa, detenzione illegale di armi, estorsione e danneggiamento i reati, a vario titolo, contestati.

Parti civili nel processo: la Regione Calabria, la Provincia e il Comune di Vibo Valentia, i Comuni di Briatico e Parghelia e l’Associazione antiracket, il Ministero dell’Interno, il Commissario antiracket, l’imprenditore di Briatico Salvatore Barbagallo, l’imprenditore Francesco Cascasi di Vibo Marina, l’imprenditore di Rizziconi Giuseppe Di Masi (assistito dall'avvocato Saccomanno), l'imprenditore di Maierato Angelo Derenzo, socio della Tirrena Trasporti srl", Lucia Romano di Vibo Marina.

I difensori. Questi gli avvocati impegnati nel processo: Francesco Lojacono; Armando Veneto; Giuseppe Di Renzo; Francesco Sabatino; Antonio Porcelli; Brunella Chiarello; Mario Bagnato; Francesco Muzzupappa; Francesco Calabrese; Paola Stilo; Stefania Mantelli; Giovanni Vecchio; Nicola Marcella; Riccardo Adamo; Vincenzo Gennaro; Giovanni Aricò; Vincenzo Galeota; Michele Ranieli; Luca Cianferoni; Adriano Bazzoni; Francesco Gambardella; Michele Accorinti; Nicola Cantafora; Francesco Muzzopappa; Giancarlo Pittelli; Carmine Pandullo; Vincenzo Trungadi; Giuseppe Bagnato; Diego Brancia; Sergio Rotundo; Pietro Marino; Antonello Fuscà; Gabriele D'Ottavio; Pasqualino Circosta; Giuseppe Altieri; Guido Contestabile; Massimo Pugliese; Francesco De Luca; Anselmo Torchia; Daniela Garisto; Marco Talarico; Sandro Furfaro; Gregorio Viscomi; Antonio Corsaro; Salvatore Pisani; Damiano Vita; Gaetano Pacienza; Graziella Scionti; Antonio Cimino; Marco Oldani; Fabio Oldani; Domenico Francica; Daniela Costa; Vincenzo Cicino; Salvatore Staiano; Antonio Speziale; Francesco Schimio; Carmine Pandullo; Patrizio Cuppari; Michelangelo Mirabello.

(In foto dall'alto verso il basso: Antonino Accorinti, Cosmo Michele Mancuso, Andrea Niglia, Francesco Prestia).

Seguici su Facebook