Scomparsa di Maria Chindamo, archiviato il procedimento a carico di Rocco Ascone – Video

Decisione del gip del Tribunale dei minorenni in seguito all’opposizione dei familiari della vittima alla richiesta formulata dal pm
Decisione del gip del Tribunale dei minorenni in seguito all’opposizione dei familiari della vittima alla richiesta formulata dal pm
Informazione pubblicitaria
Il luogo del ritrovamento dell'auto. Nel riquadro Maria Chindamo

Il gip del Tribunale dei minorenni ha disposto l’archiviazione del procedimento a carico di Rocco Ascone, all’epoca dei fatti minorenne, in ordine alla scomparsa di Maria Chindamo. All’esito delle indagini, il pm aveva chiesto l’archiviazione ritenendo gli elementi insufficienti al fine di sostenere un’ipotesi in giudizio, richiesta che aveva trovato l’opposizione da parte di Vincenzo Chindamo, fratello della vittima. All’udienza dinanzi al gip, l’avvocato Francesco Sabatino, difensore di Rocco Ascone, ha contestato le conclusioni delle persone offese ribadendo che gli eventuali approfondimenti investigativi richiesti fossero del tutto generici, ipotetici e meramente esplorativi. Tesi accolta dal giudice per le indagini preliminari che ha pertanto archiviato la posizione di Rocco Ascone.