Cordoglio per Riina su Facebook, il consigliere di Joppolo Siclari esprime: «Sgomento e indignazione»

Nuovo intervento sull’infelice uscita del collega Mimmo Taccone. Questa volta la presa di posizione arriva dai banchi della minoranza: «Principi di legalità e buona amministrazione da tempo disattesi»  

Nuovo intervento sull’infelice uscita del collega Mimmo Taccone. Questa volta la presa di posizione arriva dai banchi della minoranza: «Principi di legalità e buona amministrazione da tempo disattesi»  

Informazione pubblicitaria
Il consigliere di minoranza Stefano Siclari

Si susseguono le prese di posizione sul caso del post di cordoglio su Facebook dedicato a Totò Riina dal consigliere di maggioranza del Comune di Joppolo, Mimmo Taccone. Un improvviso exploit di dichiarazioni dopo oltre un mese di silenzio circa l’infelice uscita del giovane amministratore comunale che, nell’immediatezza della morte del boss di “Cosa nostra”, aveva pubblicato sulla sua bacheca una grafica con scritto “Un minuto di silenzio per zio Totò”.

Dopo il duro intervento del Codacons che ha invocato l’interessamento di Prefettura e Commissione parlamentare antimafia, l’uscita del sindaco Carmelo Mazza che ha provato a smorzare i toni della polemica minimizzando l’accaduto, e la reazione dell’ex vicesindaco Guido Ventrice che ha spronato il primo cittadino ad assumersi le proprie responsabilità, è la volta del consigliere di minoranza Stefano Siclari

Lo stesso esprime «sgomento e profonda indignazione per quanto apparso ieri sul quotidiano online “Il Vibonese”, che riportava la notizia del post poi giustificato sulla stampa locale dal sindaco Mazza come una ragazzata. Indignante ancor di più è il fatto che da più di un anno – spiega Siclari -, da quando si è insediata questa maggioranza con a capo il sindaco Mazza, non faccio altro che portare a conoscenza delle autorità competenti situazioni che a mio parere non rispettano i più elementari principi di legalità e di buona amministrazione che sono elementi fondamentali per una corretta tutela dell’interesse pubblico». 

E prosegue: «È da quando sono stato eletto consigliere di minoranza che non faccio altro che inviare segnalazioni, a prefetto e Procura in primis, ma ad oggi nulla si è mosso. Almeno per quanto di mia conoscenza. Da ultimo la questione di un concorso a due posti di categoria C1, con riserva del 50 per cento dei posti a personale interno. Concorso dalla dubbia legittimità, almeno a parere del sottoscritto, caratterizzato da ben quattro determinazioni del responsabile del servizio amministrativo, tra revoche, rettifiche, ripubblicazioni ed errata corrige. Più volte ho chiesto, in funzione della mia carica di consigliere comunale, di poter accedere agli atti del concorso, scrivendo al segretario comunale ed al responsabile del servizio amministrativo, ma solo dopo ben tre richieste ed una diffida sono riuscito ad ottenere informazioni sommarie e frammentarie, addirittura mi sono stati consegnati atti da me non richiesti, come da elenchi in mio possesso, il tutto in due diversi momenti della stessa giornata. Nulla mi è stato consegnato invece per quanto riguarda la effettiva (e puntuale) capacità assunzionale in capo al Comune di Joppolo». 

Quindi Siclari conclude dicendo che «sicuramente gestire la cosa pubblica non è affare di poco conto, ma mi auguro che  questo Santo Natale possa essere di riflessione per i tanti».

LEGGI ANCHE:

Muore Totò Riina e nel Vibonese un consigliere chiede su facebook un minuto di silenzio per “zio Totò”

“Un minuto di silenzio per Riina”, la replica di Taccone: “Era una frase ironica”

“Un minuto di silenzio per zio Totò”, il Codacons invoca l’intervento dell’Antimafia

Cordoglio per Riina su Facebook, l’ex vicesindaco di Joppolo Ventrice: «Gesto ingiustificabile»

Cordoglio per Riina su Facebook, parla il sindaco di Joppolo: «Il mio consigliere è stato frainteso»