Addio a Cosmo Tassone, il sindaco di Brognaturo stroncato da un infarto

Mondo politico in lutto per il decesso del primo cittadino e amministratore di lungo corso di estrazione socialista
Mondo politico in lutto per il decesso del primo cittadino e amministratore di lungo corso di estrazione socialista
Informazione pubblicitaria
Cosmo Tassone, sindaco di Brognaturo

È deceduto questa mattina nella sua abitazione il sindaco di Brognaturo Cosmo Tassone. Secondo quanto si apprende a causare il decesso del primo cittadino è stato un arresto cardiaco. Inutili i soccorsi da parte dei sanitari allertati dai familiari. Tassone, 70 anni, è stato un politico di lungo corso di estrazione socialista. Più volte sindaco nel suo paese, ha ricoperto incarichi anche in ambito sanitario. Recentemente si era fatto promotore del comitato per il ritorno di alcuni centri dell’area delle Serre sotto l’egida della Provincia di Catanzaro. Le esequie si svolgeranno nel pomeriggio di domani, mercoledì 13 gennaio.

Un messaggio di cordoglio è giunto dal presidente della Provincia di Vibo Salvatore Solano, che ha voluto omaggiare «un sindaco che amava profondamente il suo popolo. Sapeva dar voce ai suoi cittadini. Cosmo era, prima che un collega, una persona di grande spessore umano. Dalle nostre continue conversazioni si evinceva l’amore viscerale per il proprio paese. Oggi, purtroppo – conclude Solano -, Brognaturo perde il suo punto di riferimento e noi Sindaci un collega da cui c’era sempre qualcosa da apprendere. Rip caro Cosmo».

Messaggio di cordoglio dal presidente facente funzioni Nino Spirlì e gli assessori della Giunta regionale della Calabria. «La morte del sindaco Tassone – è detto in una nota – sconvolge l’intera comunità di Brognaturo e lascia un vuoto profondo in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne le straordinarie doti umane, politiche e amministrative. Porgiamo le più sentite condoglianze alla famiglia di Tassone e a tutti i suoi concittadini».

Condoglianze anche dal senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori: «Porgo le mie sentite condoglianze alla famiglia, agli amici e ai concittadini del sindaco Cosmo Tassone, la cui scomparsa lascia un vuoto incolmabile nella comunità di Brognaturo. Avercene, di sindaci come lui: sempre attento ai bisogni della sua gente, sempre disponibile, appassionato e competente. La sua morte sconvolge e rattrista profondamente. Che la terra gli sia lieve». 

Un ricordo anche da parte del sindaco di Vibo Maria Limardo: «Un galantuomo, un amico. Indomito lottatore, sempre pronto alla battaglia per il bene comune. Era un visionario, animato da grandi ideali che hanno sempre caratterizzato il suo percorso politico e il suo quotidiano vivere. Se ne va uno di noi, un uomo del popolo, un uomo di valore e di valori. Il mio personale cordoglio alla famiglia e ai cittadini di Brognaturo».

Così Wanda Ferro, parlamentare di Fratelli d’Italia, «La notizia dell’improvvisa e prematura scomparsa del sindaco di Brognaturo Cosmo Tassone mi addolora profondamente. Abbiamo condiviso emozionanti battaglie politiche, e ho avuto modo di conoscerlo e apprezzare le sue doti politiche ma soprattutto le sue straordinarie qualità umane, che mi hanno portato a stringere un legame di profondo affetto. Sentivo parlare spesso di questo uomo eccezionale già da mio padre, allora primario all’ospedale di Serra San Bruno, che mi descriveva questo sindaco amatissimo dai suoi concittadini, un socialista animato da grande passione politica e sempre vicino alla gente, pronto a battersi per difendere il proprio territorio. Quando poi ho avuto modo di conoscerlo personalmente, ho apprezzato da subito la sua disponibilità, la sua schiettezza, la sua profonda conoscenza delle dinamiche del territorio e dei suoi bisogni, sui quali ci siamo confrontati fino a pochi giorni fa. È stato davvero un onore percorrere un pezzo di strada insieme. Rivolgo il mio sentimento di vicinanza alla sua famiglia, e a tutta la comunità di Brognaturo, che perde una personalità prestigiosa e un importante punto di riferimento».