Carattere

La 35enne residente a Dinami stava percorrendo la strada tra Fabrizia e Laureana di Borrello quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo del veicolo

Cronaca

Tragedia nella serata di ieri lungo la strada che da Fabrizia, nelle Serre vibonesi, conduce a Laureana di Borrello nel Reggino. Un’auto con a bordo una 35enne originaria di Acquaro, Graziella Ciancio, e i suoi due figli, è finita fuori strada per cause in corso d’accertamento, fermandosi ai margini di un pendio. Stando ad una prima sommaria ricostruzione dei fatti, la donna sarebbe scesa dall’auto precipitandosi ad estrarre i suoi due figli seduti sul sedile posteriore. Messi in salvo i bambini, che nell'impatto non avrebbero riportato gravi traumi, la giovane madre sarebbe stata travolta dalla sua stessa macchina che l’avrebbe quindi uccisa sul colpo

Secondo un'ulteriore ipotesi che si è fatta strada nelle ultime ore, nell'impatto la donna sarebbe stata scaraventata fuori dall'abitacolo, fratturandosi il rachide cervicale, e quindi morendo praticamente sul colpo. A dare l'allarme sarebbe stata quindi la figlia 13enne, una volta uscita dalla macchina insieme al fratellino di 10 anni. Sul posto, si sono portati i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altre che constatare il decesso della 35enne, residente a Dinami.

Nel luogo della tragedia anche i Vigili del fuoco e i carabinieri cui toccherà stabilire l’esatta dinamica dei fatti.