L’ INCHIESTA | Le discariche e le bonifiche della discordia fra Joppolo e Nicotera: Calafatoni o Colantoni?

L’Europa stanzia i fondi e poi sanziona per una bonifica le cui coordinate ricadono a Preitoni di Nicotera. Il rebus dei finanziamenti gestiti dal Comune di Joppolo e la caratterizzazione solo per un sito

L’Europa stanzia i fondi e poi sanziona per una bonifica le cui coordinate ricadono a Preitoni di Nicotera. Il rebus dei finanziamenti gestiti dal Comune di Joppolo e la caratterizzazione solo per un sito

Informazione pubblicitaria

Discariche irregolari e da bonificare oppure chiudere perché costituiscono un grave rischio per la salute umana e l’ambiente. Sono 102 in tutta Italia ed è in corso il pagamento di una sanzione sancita dalla Corte di giustizia a dicembre 2014 e diretta ai Comuni. Per le 23 discariche calabresi, già in multa e per le altre 79 presenti in Italia, il nostro Paese sta pagando circa 40 milioni di euro all’anno, in quanto le sanzioni equivalgono a 200mila euro ogni sei mesi per le discariche non contenenti rifiuti pericolosi e 400mila euro ogni sei mesi per le discariche con rifiuti pericolosi. Fra le discariche da bonificare, il Ministero dell’Ambiente – al fine di dare seguito alla sentenza del 2 dicembre 2014 – ne ha individuato da tempo una anche in località “Colantoni” che ricade nel territorio della frazione Preitoni di Nicotera. E qui il primo “inghippo”: il Ministero dell’Ambiente, accanto alla dicitura Colantoni, scrive invece di territorio comunale di “Joppolo”. Le coordinate, però, parlano chiaro: il sito da bonificare (Colantoni) – per come riporta anche il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Commissario straordinario per le bonifiche delle discariche abusive – si trova in località Preitoni di Nicotera (Coordinate UTM Est 579738, Coordinate UTM Nord 4271194). In ballo ci sono 1.153.740,22 euro, stanziati (come somme del Fondo per la Coesione e lo Sviluppo 200772013 per la bonifica di un sito (Colantoni che si trova nel territorio comunale di Nicotera) ritenuto “rischioso” ed oggetto di incendi di rifiuti in modo incontrollato.

Informazione pubblicitaria

E qui la seconda “anomalia”: dopo il finanziamento statale per la bonifica di Colantoni, sul sito internet della Presidenza del Consiglio (Commissario straordinario per le bonifiche delle discariche abusive) compare per la prima volta la dicitura della località “Calafatoni” che si trova effettivamente nel territorio comunale di Joppolo. Ecco quindi che il sito da bonificare diventa: Joppolo – Calafatoni (Colantoni). Così anche la Regione Calabria che fa di più: chiama la località da bonificare semplicemente “Joppolo – Calafatoni” facendo sparire la dicitura “Colantoni”. In sostanza, ci si trova dinanzi ad amministrazioni pubbliche che parlano lingue diverse. Ma resta un dato certo: le coordinate del sito individuato come discarica abusiva da bonificare indicano località “Colantoni” di Preitoni, frazione del Comune di Nicotera, mentre il Comune di Joppolo ha inviato i report di caratterizzazione per la località Calafatoni, distante 600 metri circa e ben diversa da quella di Colantoni. In sostanza, rispetto a quanto l’Unione Europea ha ordinato di bonificare, si sta procedendo a caratterizzare e successivamente bonificare una piccola discarica di rifiuti usata sino agli anni ’90 nei pressi della fontana di Calafatoni, nel territorio comunale di Joppolo. Anche perché nella località “Colantoni” (frazione Preitoni del comune di Nicotera), il Comune di Joppolo non avrebbe – e non haalcun titolo per poter intervenire con caratterizzazioni e bonifiche. 

In tale “giravolta” di località e discariche da bonificare, è intanto arrivata comunicazione che il Ministero dell’Economia ha avviato l’iter per rivalersi sui Comuni destinatari delle sanzioni inflitte all’Italia dalla Corte di Giustizia Europea con sentenza del 2 dicembre 2014 per violazione della normativa in materia di rifiuti. Fra questi, anche il Comune di Joppolo, per i ritardi accumulati nell’avvio dell’iter per la bonifica della discarica. La sanzione è pari a 1.188.223,50 euro ed il Comune di Joppolo ha già incaricato l’avvocato Oreste Morcavallo per resistere dinanzi al Tar. Una sanzione che, qualora non dovesse essere smontata dinanzi ai giudici amministrativi, rischia di affossare definitivamente il Comune di Joppolo, fra gli enti locali più indebitati del Vibonese e dell’intera Calabria. Resta poi l’interrogativo di fondo: cosa si sta realmente cercando di bonificare? Calafatoni o Colantoni? E, soprattutto, cosa ne pensa dell’intera vicenda il Comune di Nicotera ed i cittadini di Nicotera? E gli ammalati oncologici residenti nei pressi della discarica di Colantoni? Domande al momento senza risposte.