Carattere

Dopo la seconda giornata dedicata a riti, costumi e bellezze delle Serre all’orizzonte della kermesse culturale si profila un ricco programma di eventi   

Cultura

Si è aperta con il dibattito su: “Riti e Tradizioni Religiose. Costumi e Bellezze delle Serre” la seconda giornata del SerreinFestival 2018. Il convegno è stato preceduto dall’inaugurazione della mostra fotografica, a cura di Raffaele Timpano, Brunello Tripodi e Michele Zaffino che ha voluto raccontare, anche attraverso la forza delle immagini, le tradizioni e i culti religiosi legati al comprensorio delle Serre. Il dibattito è stato moderato da Walter Lagrotteria e ha visto la partecipazione di Maria Antonia Primerano, una giovane e brillante serrese, che ha condotto uno studio approfondito sul tema pubblicato sulla rivista spagnola “Revista de folklore”, Caterina Calabrese, Dirigente Liceo Scientifico di Vibo Valentia e Luigi Vavalà, Docente di Filosofia. La discussione si è concentrata sull’importanza delle tradizioni religiose radicate nel sentimento di pietà cristiana e popolare delle comunità che, da centinaia di anni, le ripetono attraverso suggestive evocazioni, diventate patrimonio spirituale delle stesse. Assente per sopraggiunti motivi familiari lo scrittore Gioacchino Criaco, autore del libro “La Maligredi” che avrebbe dovuto ricevere il “Premio SerreinFestival” II edizione. Ha concluso in piazza monsignor Barillari la prestigiosa Orchestra Giovanile di Laureana di Borrello laboratorio di eccellenza, di talenti e di cultura che ha offerto ai numerosi cittadini e turisti presenti un concerto straordinario e molto apprezzato. 

Domani, domenica 12 agosto, dalle ore 15, si terrà l’iniziativa “Equipaggi alla ricerca - il premio nascosto”, una gara per gruppi che avrà come punto di ritrovo piazza Monumento, organizzata in collaborazione con la Rivista S. Maria del Bosco - Serra e dintorni. Gli equipaggi dovranno essere formati da minimo cinque persone. Nella stessa giornata, alle ore 19 a piazza Monumento, il famoso scrittore calabrese Mimmo Gangemi presenterà il suo libro “La Signora di Ellis Island” nell’incontro moderato da Pasquale Motta, al quale prenderanno parte Maria Francesca Corigliano, assessore regionale alla Cultura e all’Istruzione, il consigliere regionale Michele Mirabello, il direttore artistico del Festival Armando Vitale ed il sindaco di Nardodipace Antonio De Masi. Nella stessa occasione sarà conferito a Mimmo Gangemi il premio SerreinFestival II edizione, omaggio del maestro orafo Nicola Macrì.

Lunedì 13 agosto, alle ore 9, dal piazzale antistante il Museo della Certosa, partirà la Giornata di escursione e pratica di trekking tra i sentieri del Parco delle Serre, a cura di Domenico Pupo Cuteri e Marco Malvaso, accompagnata dalle poesie lette da Massimo Dominelli e dalla musica di Pierpaolo Censore. Alle ore 18 in piazza Monumento si terrà la presentazione del libro “L’Ape Furibonda” di Claudio Cavaliere, Bruno Gemelli e Romano Pitaro. Gli autori dialogheranno con Maria Rosaria Franzé, presidente del consiglio comunale di Serra San Bruno e coordinatrice del Festival, Caterina Villì, docente dell’Iis Machiavelli di Serra San Bruno e Nicola Siciliani de Cumis, pedagogista e già docente dell’Università La Sapienza di Roma. Alle 22 il concerto della cantastorie Francesca Prestia con tarantelle e ritmi calabresi in memoria delle lavoratrici e delle donne della Calabria e della civiltà mediterranea. Due giorni, quindi, all’insegna della scoperta dei luoghi, della musica, della natura e della scrittura della nostra terra. Diversi momenti per far conoscere, ancora una volta, le peculiarità di un territorio da valorizzare.

LEGGI ANCHE: Serre in Festival, ecco il programma completo della kermesse