Giornate europee del patrimonio, a Mileto l’omaggio alla canzone napoletana

L’evento sarà ospitato all’interno del Museo statale, afferente al Polo museale della Calabria diretto da Angela Acordon

L’evento sarà ospitato all’interno del Museo statale, afferente al Polo museale della Calabria diretto da Angela Acordon

Informazione pubblicitaria
Il cortile del Museo di Mileto
Informazione pubblicitaria

Sarà un evento improntato sul meglio della musica napoletana, quello che si svolgerà domani, sabato 22 settembre, alle 19 all’interno del Museo statale di Mileto, afferente al Polo museale della Calabria diretto da Angela Acordon. La rassegna, organizzata nella struttura incastonata nella splendida cornice dell’ottocentesco Episcopio, nell’ambito delle Giornate europee del patrimonio indette annualmente dal Ministero per i beni e le attività culturali, prevede nell’occasione un concerto curato dal Cantiere musicale internazionale sorto anni fa a Mileto su input del maestro di pianoforte Roberto Giordano. Un’iniziativa di grande suggestione, dal titolo “Omaggio alla canzone napoletana”, che conferma la propensione della struttura statale diretta da Faustino Nigrelli a fare da luogo d’incontro per tutto gli amanti dell’arte nelle sue molteplici sfaccettature. Nell’occasione, ad esibirsi nel cortile del museo saranno i maestri del Cmi: Caterina Francese (soprano), Antonio Grillo (chitarra), Giuseppe Talarico (violino), Francesco Scopelliti (percussioni) e Tommaso Pugliese (contrabasso/basso elettrico).  Il programma del concerto prevede la proposizione dei brani: Te voglio bene assaje, O sole mio, Reginella, Tu si ‘na cosa grande, Resta cu’ mme, ‘A vucchella, Passione, Anema e core, Cu’ mme e Era di maggio. Dieci classici, che da soli rappresentano il meglio della tradizione musicale partenopea, ancora oggi apprezzata in tutto il mondo. La manifestazione si avvarrà anche della collaborazione della locale Pro Loco e della sezione di Lamezia Terme del Touring club italiano.

Informazione pubblicitaria