Il maestro Clemente Ferrari torna a Mileto per una master class

Il direttore d’orchestra vibonese, già vincitore del premio per il miglior arrangiamento al Festival di Sanremo, sarà ospite del Cantiere musicale internazionale diretto da Roberto Giordano

Il direttore d’orchestra vibonese, già vincitore del premio per il miglior arrangiamento al Festival di Sanremo, sarà ospite del Cantiere musicale internazionale diretto da Roberto Giordano

Informazione pubblicitaria
Il maestro Clemente Ferrari
Informazione pubblicitaria

Si fa sempre più stretto il rapporto tra il maestro Clemente Ferrari e il Cantiere musicale internazionale di Mileto. Nel marzo scorso, da fresco vincitore del premio per il miglior arrangiamento al Festival di Sanremo, il direttore d’orchestra vibonese aveva incontrato gli allievi, i docenti e lo stesso pianista e direttore artistico della struttura di formazione Roberto Giordano, altra eccellenza calabrese. I prossimi 30 novembre e 1 dicembre, ritornerà nell’auditorium “Experimentum mundi” dell’ottocentesco Palazzo San Giuseppe, sede del Cmi, per tenere una master class dal titolo “Scambi Musicali”, tesa alla condivisione delle tecniche di arrangiamento e di orchestrazione, elementi utili per “vestire” un brano musicale. Nello specifico, il maestro Ferrari, appena rientrato da una tournée europea con il cantautore Max Gazzè, lavorerà per due giorni a stretto contatto con i giovani musicisti della bella realtà miletese alla realizzazione di un brano pop nella sua interezza, pronto a mettere a loro disposizione la sua lunga e prestigiosa esperienza artistica. Un incontro di perfezionamento e una presenza di grande spessore, che oggi fanno esprimere parole d’orgoglio allo stesso maestro Giordano. Dopo aver compiuto i primi studi classici in pianoforte e fisarmonica, sotto la guida dei maestri Pino Puzzello e Ida Iannuzzi, dal 1988 ad oggi il maestro Ferrari ha realizzato come arrangiatore e direttore d’orchestra circa 180 dischi per artisti italiani, spagnoli e messicani. Dal 2001 al 2013 ha diretto al Festival di Sanremo, tra gli altri, cantanti come Paola Turci, Max Gazzè e Nino D’angelo. Dalla sua, inoltre, vanta la duplice direzione della famosa “London Session Orchestra” negli studi “Abbey Road” di Londra, entrati nel mito perché in questi stessi luoghi hanno registrato la loro produzione discografica gruppi leggendari quali i Beatles, i Rolling Stones e Pink Floyd. Tra le sue collaborazioni dal vivo e in studio, da annoverare quelle con Fiorella Mannoia, Patty Pravo, Carmen Consoli, Marina Rei, Simone Cristicchi e Luca Carboni.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEIl maestro Clemente Ferrari torna a casa, l’abbraccio del Cantiere musicale di Mileto (VIDEO)

Sanremo, al direttore d’orchestra vibonese Clemente Ferrari il premio “Miglior arrangiamento” (VIDEO)

Un vibonese sul palco dell’Ariston, Clemente Ferrari dirige Gazzè e Barbarossa a Sanremo