Il presepe “centenario” di Enzo e Teresa, inno alla tradizione e alla fede – Video

Da ventotto anni i coniugi Bonaventura allestiscono una monumentale riproduzione della Natività nella loro casa di contrada Zufrò a Vibo utilizzando statuine rare alcune delle quali hanno un secolo di vita

Da ventotto anni i coniugi Bonaventura allestiscono una monumentale riproduzione della Natività nella loro casa di contrada Zufrò a Vibo utilizzando statuine rare alcune delle quali hanno un secolo di vita

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ventotto anni, pastori che hanno un secolo di vita. Un presepe “monumentale”, che sarebbe stato ancor più “monumentale” se la tragica alluvione del 2006 non avesse distrutto parte di esso. E’ la casa di Enzo Bonaventura e Teresa Comito, contrada Zufrò, Vibo Valentia, dove si rinnova una tradizione artistica che è anche una professione di fede. Ci sono i pastori, le donne, gli uomini e i bambini della Betlemme di duemila anni fa, i pescatori, la “gucceria” con salumi e formaggi, i re magi in viaggio, i mulini che ruotano allo spirar del vento, l’asinello che fa ruotare una macina. Tutto fatto a mano, una riproduzione fedele, dalla strage degli innocenti alla Natività, tutto fedele al racconto evangelico. Tutto animato da grande passione. Difficile stimare il valore di ogni singolo pezzo. Impossibile pensare al valore dell’intero presepe. Il valore vero, però, non è certo di carattere economico. Il presepe di Enzo e Teresa è una tradizione di famiglia, sì. E’ una passione. Ma è anche un invito a riscoprire un percorso di fede, a riscoprire lo spirito autentico del Natale nel solco tracciato dalla cristianità.

Informazione pubblicitaria