Carattere

Appuntamento con la sacra rappresentazione nel borgo del Vibonese, domenica 28 aprile. Protagonisti, i bambini e la loro testimonianza di fede

L'affruntata dei piccoli
Cultura

Uno strumento per alimentare la fede ed i valori cristiani. Questo il senso più profondo dell’Affrontata dei bambini, evento religioso in programma anche quest’anno a Sant’Angelo di Gerocarne, piccolo centro del Vibonese. La sacra rappresentazione si presenterà in una veste rinnovata. Negli anni passati, era realizzata con sagome di compensato costruite dai bambini con l’aiuto degli adulti. Domenica 28 aprile, invece, per il tradizionale incontro tra la Madonna e Gesù risorto saranno presentate ufficialmente le nuove statue, donate nei mesi scorsi da don Luigi Scordamaglia.

Appassionato di scultura, il parroco non ci ha pensato due volte. Il loro entusiasmo innocente meritava un riconoscimento. Così ha predisposto la realizzazione di statue da portare in spalla, su misura. Detto fatto. L’incontro tra i bambini e le effigi, è stata una vera e propria festa che ha coinvolto l’intera comunità delle Preserre. Il dono è stato accolto con grande gioia dai piccoli portantini di Sant’Angelo, in particolare da Michele La Rocca, promotore dell’idea dell’ “Affruntata dei piccoli”. In quell’occasione, insieme ai coetanei, aveva condotto le nuove statue in Chiesa per la benedizione impartita dal parroco don Benedetto Nicotera. In attesa della ricorrenza, ripercorriamo i passaggi salienti di questa storia documentata dal videoreporter Saverio Caracciolo per LaC Storie. 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook