Festival pianistico, al Cantiere musicale di Mileto arriva l’olandese Gile Bae

L’apprezzata 24enne artista aprirà la seconda tappa della manifestazione organizzata dal maestro Roberto Giordano

L’apprezzata 24enne artista aprirà la seconda tappa della manifestazione organizzata dal maestro Roberto Giordano

Gile Bae
Informazione pubblicitaria

Tutto pronto per la seconda tappa del Festival pianistico organizzato annualmente dal Cantiere musicale internazionale con sede a Mileto, diretto dal maestro di pianoforte Roberto Giordano. Dopo il successo registrato nelle scorse settimane dal recital d’apertura dell’“enfant prodige” giapponese Kano Kojima, svoltosi nella splendida cornice dell’auditorium “Experimentum Mundi”, alle 18.30 di domani 18 maggio, a proporsi all’interno della sede del Cmi, ubicata nell’ottocentesco palazzo San Giuseppe, sarà la pianista olandese Gile Bae, Bösendorfer Artist e talento già acclamato sui palchi più importanti del mondo. L’apprezzata 24enne artista orange eseguirà un programma d’eccezione, comprendente le Variazioni Goldberg di Bach e le quattro Ballate di Chopin. L’atteso appuntamento musicale di domani sera sarà organizzato dal Cantiere in stretta collaborazione con il Museo statale di Mileto diretto da Faustino Nigrelli, che nell’occasione rimarrà ininterrottamente aperto al pubblico sino alle 22, nell’ambito dell’annuale “Notte dei musei” predisposta dal ministero per i Beni e le attività culturali su tutto il territorio nazionale.

Informazione pubblicitaria

Gli altri due appuntamenti della seconda edizione del Festival pianistico internazionale sono previsti i prossimi 8 e 21 giugno. Nel primo caso ad esibirsi nell’Auditorium “Experimentum Mundi” sarà la musicista Greta Lobefaro, nel secondo sarà il duo “Epos”, composto dai giovani talenti Lorenzo Bevacqua e Francesco Grano.