Carattere

SI è tenuta questa mattina, presso la sede provinciale di via Lacquari, l’annunciata conferenza stampa di presentazione del progetto “Turismo e Arte” promosso dall’Hotel Baia del Capo di Ricadi.

Cultura

Oltre alla titolare della nota struttura ricettiva, dott.ssa Rose Marie Pantano, e al direttore di Confcommercio Gregorio Consolo, all’incontro moderato dal giornalista Francesco Prestia erano presenti l'arch. Jeso Marinaro (direttore artistico del progetto) e l’arch. Vincenzo Rocco (coordinatore tecnico).

Come ha spiegato la dott.ssa Pantano, si tratta di «un’ambiziosa iniziativa che si propone di coniugare le bellezza paesaggistiche del luogo con una particolare quanto suggestiva espressione artistica qual è quella dei “murales”. Il nostro progetto prevede la realizzazione, sui muri esterni delle residenze dell’Hotel Baia del Capo, di cinque grandi murales dal tema: "La Memoria dei luoghi, i luoghi della Memoria". I murales verranno dipinti da domani, 29 settembre, fino al 4 ottobre 2015, giorno di chiusura della rassegna, da cinque artiste calabresi o comunque residenti in Calabria: Ambra Miglioranzi - Carmen Ignoto - Carmen e Lidia Riga - Giulia Castro (Juliè) - Rosa Malerba i cui bozzetti sono stati prescelti da un’apposita e qualificata giuria di esperti e personalità del settore artistico».

Un progetto, dunque, a forte valenza turistico-culturale e (altro particolare di rilievo) targato tutto al femminile, per come espressamente voluto dalla Pantano. «Il nostro - spiega - vuole essere il primo passo verso la costruzione di una pinacoteca a cielo aperto nella zona turistica per eccellenza della Calabria qual è il comprensorio di Tropea – Ricadi Capo Vaticano. Convinti come siamo che l’arte, nelle sue varie forme, costituisca un potente fattore di richiamo turistico che si va ad aggiungere al nostro splendido mare e alle bellezze paesaggistiche del territorio. Abbiamo inoltre voluto privilegiare artiste donne perché convinti che anche qui da noi nell’universo femminile esistano energie e capacità che non sempre riescono ad emergere appieno».

Ad illustrare i particolari del progetto è stato il direttore artistico Marinaro che, ringraziando la Pantano per l’entusiasmo progettuale e la disponibilità a mettere a disposizione la sua struttura, ha parlato dell’iniziativa come di una scommessa ambiziosa: «L’auspicio è che il progetto non si limiti a Baia del Capo ma si allarghi ad altre strutture del comprensorio di Ricadi-Capo Vaticano, così da riuscire a realizzare un preciso percorso turistico-culturale in grado di soddisfare tutte quelle persone che qui da noi, oltre al mare e alle bellezze paesaggistiche del luogo, cercano anche stimoli più squisitamente culturali».

La rassegna, come detto, si concluderà nel pomeriggio del 4 ottobre prossimo, con la premiazione delle artiste.

In evidenza

Seguici su Facebook