Carattere

Il gruppo vibonese di musica popolare presenta il suo ultimo lavoro ispirato al viaggio di migranti e al lavoro nei campi dei nostri antenati

Cultura

“A strata” è l’ultimo lavoro discografico del gruppo di musica popolare Nd’Arranciamu. La presentazione dell’album, nato da due anni di ricerca e sperimentazione, si terrà al 501 Hotel, a Vibo Valentia, venerdì 29 luglio, a partire dalle 20.

Una serata di musica per ripercorrere con i membri del gruppo l’esperienza del viaggio. Un percorso che ha portato gli Nd’Arranciamu ad analizzare la profondità delle proprie radici storico-culturali, per riflettere su tematiche d’attualità come l’immigrazione e per ricordare la semplicità della vita contadina.

“La strata” è quella percorsa dall’immigrato che vaga per le nostre terre. Ma è anche “la strata” dei nostri antenati, dei nostri nonni che, alla sera, facevano ritorno a casa dopo intere giornate trascorse nei campi. In questo straordinario progetto, ci si è scontrati con le contraddizioni della Calabria, le sue innegabili bellezze.

Musica popolare, 'Nd'Arranciamu' ripropone la satira ottocentesca dell'abate Conia

Ampio spazio è stato dato alla ricerca, da parte del gruppo, di una propria specifica identità musicale. Ne è emerso un sound coinvolgente, con la possibilità di spaziare dai ritmi calabresi a quelli di altre popolazioni del Mediterraneo. Una nuova fase per il sodalizio musicale che vanta, nel suo curriculum, la partecipazione a numerose manifestazioni e festival. Degno di nota: i riconoscimenti ottenuti nell’ambito del premio “Manente”, primi nella sezione “Miglior regia”, e durante il premio ''Mia Martini” secondo posto nella sezione “Etno-song”.

Gli “Nd’arranciamu” sono nati ufficialmente nel 2009, su iniziativa di Felice Napoleone, voce e anima del gruppo. Intorno al lui, nel tempo, si è costituito un consolidato team di musicisti. Lo affiancano sul palco: Maria Carmela Tripodi e Jlenia Currao, coro e voci; Nicola Camillò, alle chitarre (i suoi dipinti sono stati predisposti sulla copertina dell’album); Cosimo Vallone, basso elettrico; Giuseppe Casuscelli, fisarmonica, organetto e bandoneòn; Alessandro Tripodi, cori, chitarre, fiati, lire e marranzani; Livio Messina, tamburello a cornice e percussioni. Così come nell’ultimo lavoro discografico, nella serata vibonese è prevista la straordinaria partecipazione del maestro Alessandro Lacquaniti e del suo violino. Maggiori info sono contenute nella pagina Facebook “Nd’Arranciamu Fans Page”.

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook