Festival Leggere e scrivere, ecco il programma della prima giornata

Tutto pronto per l’inaugurazione di martedì. Tra gli ospiti principali Valerio Massimo Manfredi, Paolo Borrometi ed Emanuele Trevi
Tutto pronto per l’inaugurazione di martedì. Tra gli ospiti principali Valerio Massimo Manfredi, Paolo Borrometi ed Emanuele Trevi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Tutto pronto a Vibo Valentia per l’apertura dell’ottava edizione del festival Leggere&Scrivere, che prende il via martedì alle 10 all’interno dell’Auditorium Spirito Santo con la partecipazione di Maria Francesca Corigliano, assessore all’Istruzione ed alle attività culturali della Regione Calabria, Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia, Giuseppe Condello, presidente del Sistema bibliotecario vibonese, Daniela Rotino, assessore comunale alla Cultura, i direttori artistici Gilberto Floriani e Maria Teresa Marzano, le autorità locali e i dirigenti scolastici. Alle 11.15, ancora all’Auditorium, Valerio Massimo Manfredi presenta Sentimento italiano. Storia, arte, natura di un popolo inimitabile (Sem). La kermesse poi “sbarca” a palazzo Gagliardi nel primo pomeriggio. Ore 15, sala Ammirà: conversazione tra Filippo La Porta e Nicola Mirenzi sul tema “Di maestri e altro”. Ore 16, sala Ammirà: il reporter Paolo Borrometi presenta Un morto ogni tanto. La mia campagna contro la mafia invisibile (Solferino); in sala Berto presentazione di “Disabilità e diritti”, la video-guida Lis del Museo archeologico “Vito Capialbi” di Vibo Valentia con Francesco Barillà, Maria d’Andrea, Franca Falduto Giuseppe Musicò e Rosanna Pesce; al Caffè letterario di palazzo Gagliardi arriva Marina Valensise con il libro La temeraria. Luciana Frassati Gawronska un romanzo del Novecento (Marsilio).

Informazione pubblicitaria

Ore 17: la sala Ammirà è animata da Emanuele Trevi che presenta Sogni e favole (Ponte alle Grazie), in sala Berto Corrado L’Andolina presenta Arrivederci, bandiera rossa! e Racconti di Z. di Salvatore L’Andolina, al Caffè letterario Nico Pirozzi presenta Salonicco 1943. Agonia e morte della Gerusalemme dei Balcani (Edizioni dell’Ippogrifo). Alle ore 18, in sala Ammirà, Piero Dorfles presenta Le palline di zucchero della Fata Turchina. Indagine su Pinocchio (Garzanti), al Caffè letterario Domenico Protettì intrattiene il pubblico con “Il formidabile bastione”, al Convitto Filangieri incontro sul tema “Archeologia, nuovi pubblici, nuove strategie”, ne discutono Chiara Boracchi, Mariangela Preta, Maria d’Andrea, Stefania Mancuso e Fabrizio Sudano.

“Emergenza Sud” è il titolo dell’incontro che, alle ore 19, in sala Ammirà, vede la partecipazione di Adriano Giannola, presidente dello Svimez, Natale D’Amico, Consigliere della Corte dei Conti, Bartolomeo Sciannamanica, esperto di governo del territorio, Raffaello De Ruggieri, nindaco di Matera. Introduce e coordina Maria Limardo, Sindaco di Vibo Valentia. In contemporanea, in sala Berto, Marco Galaverni presenta L’uomo che sognava i lupi (Orme).

Ore 21: la prima giornata del festival a palazzo Gagliardi si conclude con lo spettacolo “Graphic Novel is back” (Rizzoli Lizard) di Davide Toffolo, fumettista e frontman della band Tre Allegri Ragazzi Morti. E all’Auditorium Spirito Santo, per la terza edizione della rassegna musicale Greta à jamais, dedicata alla violinista vibonese Greta Medini, va in scena il Recital di Lucio Gallo (baritono) e Antonia Comito (pianoforte). Il programma completo è disponibile sul sito www.festivaleggerescrivere.it