martedì,Maggio 18 2021

Giovani e territorio, l’Associazione Mi.Pi.Aci in prima linea

Tante le novità proposte del sodalizio composto da psicologi ed educatori per il nuovo anno associativo con un occhio sempre attento al disagio giovanile.

Giovani e territorio, l’Associazione Mi.Pi.Aci in prima linea

L’Associazione di psicologi e psichiatri Mi.Pi.Aci. annuncia il nuovo ciclo di attività previste per l’anno sociale 2015-‘16. Tante le novità che vengono proposte dal sodalizio vibonese guidato dal presidente Bruno Pisani. In particolare, per l’avvio dei nuovi laboratori ci si avvarrà dell’esperienza di educatori e pedagogisti provenienti anche dall’Unical, al fine di accrescere la qualità dei percorsi offerti. A presentare l’ultimo ciclo di incontri, dal titolo “Tu sì che vali. Innamorati di te”, il presidente Pisani il quale ha rimarcato gli obiettivi della Mi.Pi.Aci., nata per garantire una prospettiva di crescita sana: «I laboratori relazionali – ha spiegato Pisani – sono aperti a tutti, pensati come spazi educativi collocati tra la famiglia e la società». Gli appuntamenti, ogni sabato presso la palestra “Let’s dance” di Vibo Valentia, mirano alla «formazione di una comunità educativa in cui si lavora per lo stesso progetto: la costruzione di una società che sia una casa comune per i giovani».

Tenuti da uno staff di professionisti, i laboratori sono luoghi in cui approfondire tematiche sociali, aprirsi al confronti e al dialogo. Inoltre, sempre con la finalità di sostenere famiglie e scuola nel difficile compito di processo educativo dei ragazzi, dalla Mi.Pi.Aci. partita la richiesta, rivolta ai dirigenti scolastici delle scuole superiori della provincia, di istituire sportelli psicologici, dove accogliere giovani, genitori e docenti. Anche la formazione degli insegnanti, spesso impegnati a relazionarsi con allievi con bisogni educativi speciali, risulta indispensabile: «Nei giorni scorsi – ha fatto presente Pisani – nei locali dell’ Associazione, sono stati ospitati undici docenti provenienti dalla Lituania, nell’ambito di uno stage formativo, in cui i professionisti della Mi.Pi.Aci hanno esposto le loro strategie educative e riabilitative messe in atto con gli studenti con particolari necessità pedagogiche». Infine, aspetto non trascurato, saranno i viaggi culturali, pensati per favorire l’inserimento degli aderenti (tutte le novità sulla pagina Facebook e sul sito www.associazionemipiaci.it), sviluppare in loro il senso d’identità e appartenenza ad una determinata realtà geografica- storica. Tutti gli interventi, ha infine sottolineato il presidente, sono rivolti ai giovani ed alle loro famiglie, «perché nella nostra società c’è sempre un più diffuso bisogno di aiutare il mondo giovanile a combattere malesseri quali tossicodipendenze, alcolismo, gioco d’azzardo patologico, bullismo».

Articoli correlati

top