#Zeroviolenza, flash mob contro la violenza di genere (VIDEO)

La manifestazione socio-artistica e letteraria giunge con successo alla sua seconda edizione. Laboratori ed esibizioni per raccontare con l’arte l’importanza del rispetto reciproco

La manifestazione socio-artistica e letteraria giunge con successo alla sua seconda edizione. Laboratori ed esibizioni per raccontare con l’arte l’importanza del rispetto reciproco

Informazione pubblicitaria

#Zeroviolenza. E’ una voce corale per sensibilizzare, informare, educare ai valori del reciproco rispetto. Con questo spirito nasce la manifestazione socio-artistica e letteraria promossa dal liceo artistico “Colao”, dal preside Raffaele Suppa; dall’Associazione “Da donna a donna” e dal presidente Azzurra Pelaggi; con il patrocinio del Comune di Vibo ed il sostegno del Csv. Dal portico del liceo artistico passando per piazza Martiri d’Ungheria, sono stati oltre 100 gli studenti impegnati attivamente in un progetto grazie al quale si è anche celebrata l’Arte nelle sue diverse forme e declinazioni.

Il “Colao”, come spiegato dal professor Giancarlo Staropoli, responsabile di sede del Liceo, infatti, ha “festeggiato” in contemporanea la Giornata dell’Arte, inserita in un’ottica di valorizzazione del proprio percorso studi, promozione delle discipline artistiche, creazione di laboratori per far comprendere l’impegno profuso durante le lezioni per il restauro di un libro o lo sviluppo di un marchio. Filo conduttore, tra flash mob, l’esibizione dei ragazzi della scuola Let’s dance di Angelica Pelaggi e della “Liceo artistico band” curata dal professor Franco Pontoriero, il tema della violenza di genere. Presenti gli alunni dell’Istituto Primo circolo (preside Mimma Cacciatore), l’Istituto comprensivo “Garibaldi, Buccarelli” (Rosaria Galloro), L’Istituto “De Filippis-Prestia” (Diego Cuzzucoli) e gli studenti dell’Istituto tecnico-economico “Galilei” (Pietro Gentile).

Immancabili, per una iniziativa che desiderava accendere i riflettori sulla possibilità di coltivare relazioni sane, lontane da sopraffazioni o istinti egoistici, i rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni tra cui il vicesindaco Raimondo Bellantoni, il vice presidente della Provincia Alfredo Lo Bianco, Franca Falduto del Coordinamento regionale consulte provinciali studentesche.

La sezione letteraria ha ospitato Maria Concetta Preta, docente e scrittrice, la quale ha affrontato l’argomento partendo dalle sue pubblicazioni: “Rosaria della Priscilla” e “Ragazza del Sud”. La piazza e gli spazi antistanti il Liceo, inoltre, sono stati invasi dall’Estemporanea di scultura e pittura, coordinata dal maestro Antonio La Gamba, Paola Siciliano, Nicola De Luca ( a supporto i professori Caracciolo, Famà e Staropoli). Nel suo contributo, l’avvocato Azzurra Pelaggi, nel ricordare quanto promesso in occasione della prima edizione del Flash mob, ha sollecitato – sulla base dei principi rimarcati nella Convenzione di Istanbul – la costituzione di un tavolo tecnico finalizzato alla promozione e al sostegno di azioni di contrasto nei confronti di violenze ai danni delle donne. Tutto ciò per giungere in tempi brevi alla sigla di un protocollo d’intesa.