Filadelfia: confermata la XIV edizione del Premio “Avv. Giovandomenico Barone”

Un messaggio di speranza “arcobalenico” dalla famiglia del legale per avvicinare i giovani alla storia del paese e dell’antico borgo di Castel Monardo
Un messaggio di speranza “arcobalenico” dalla famiglia del legale per avvicinare i giovani alla storia del paese e dell’antico borgo di Castel Monardo
Informazione pubblicitaria
Una panoramica di Filadelfia
Informazione pubblicitaria
L’avv. Giovandomenico Barone

E’ un messaggio di speranza quello che la famiglia Barone, d’intesa con la dirigente dell’Istituto comprensivo statale di Filadelfia, Maria Viscone, vuole diffondere tra la comunità filadelfiese, confermando la XIV edizione del Premio “Avv. Giovandomenico Barone”, già in itinere tra i bambini delle V classi della scuola primaria “Paolo Apostoliti”. La cerimonia di premiazione, compatibilmente con la situazione di emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid 19, dovrebbe tenersi a settembre.

«Stiamo affrontando un periodo buio e triste – afferma la signora Elena Mastronardi Barone – che ha bisogno di essere colorato dai bambini. Tutti noi necessitiamo di un’iniezione di fiducia che solo la spensieratezza, la gioia e la freschezza dei più piccoli può infonderci. Ecco perché, nonostante il grigiore di questi tempi causato dal diffondersi del coronavirus e dalle inevitabili misure governative prese per il contenimento della pandemia, interpretando anche quella che sicuramente sarebbe stata la volontà di mio marito, abbiamo deciso di non fermarci e di far sì che anche quest’anno, come di consueto negli ultimi tredici, si svolgesse il premio intitolato alla sua memoria».

Il premio “Avv. Giovandomenico Barone” è stato istituito nel 2006 dalla famiglia del professionista filadelfiese al fine di avvicinare i giovani e le loro famiglie alla storia del paese, a partire dall’antico borgo di Castel Monardo. «Il premio Barone consente ai bambini, fin da piccoli, di conoscere la loro terra e di osservarla con poesia e romanticismo – afferma la dirigente scolastica – in un momento in cui manca il contatto con la realtà esterna, poter descrivere o disegnare la nostra piccola patria significa per i più piccoli approfondire la conoscenza del passato, ma anche guarire dalla nostalgia attraverso la gioia che ci dà la speranza del ritorno alla libertà e ai giochi all’aria aperta».

Quest’anno, le tracce sulle quali gli alunni si stanno cimentando rispecchiano, come sempre, le tematiche tanto care all’avv. Barone e sono il frutto della collaborazione tra la famiglia e l’arch. Diego Maestri, studioso di fama internazionale e cittadino onorario di Filadelfia. Come nelle precedenti edizioni, sarà premiato il miglior testo letterario e il miglior testo artistico e ai due vincitori sarà consegnata una borsa di studio per l’acquisto di libri o materiale scolastico. A tutti i bambini partecipanti al concorso sarà donato un piccolo gadget e conferito un attestato di partecipazione che riproduce, in un disegno realizzato dall’arch. Maestri, l’antica collina di Castelmonardo.

Informazione pubblicitaria